Macia, se vuoi Joaquin c’è da aprire il portafoglio

Joaquin Farnerud

Il direttore tecnico del Betis Siviglia, Eduardo Macia è riuscito a convincere Joaquin ad accettare la proposta del club biancoverde, ma per completare questa operazione deve prima passare dalla Fiorentina, in quanto l’esterno spagnolo ha ancora un anno di contratto con il club viola. E l’intenzione della società non è al momento quella di concedere il via gratuito allo stesso Joaquin. In sostanza, se il Betis vuole il giocatore deve aprire il proprio portafoglio, altrimenti l’esterno offensivo resterà qui fino alla scadenza del contratto (a meno che non si trovi un accordo per prolungare questo matrimonio, anche se oggi questa sembra un’ipotesi difficile da realizzare).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

24 commenti

  1. SOCIETà SQUALLIDA SOLO CHIACCHIERE E MAI UNA CHIAREZZA IL N/S POSTO è LA SERIE B….

  2. sarà bene iniziare a pensare quanto ricavarci poiché se,il Betis propone 3 anni di contratto lo perdiamo..e l anno di contratto rimasto non sposta l asticella..certo, vedere la valutazione del giocatore su Tranfermarket essere inferirore a quella di giocatori coetanei semi sconosciuti o pari a quella di ex buoni giocatori ormai sconparsi dal calcio di un certo livello mentre questo ha fatto una scorsa grande stagione fa veramente ridere!3 milioni o un accordo preferenziale x giocatori futuri

  3. società risponda alla notizia uscita dalla spagna …non va toccato joaquin.. se non viene fatto lo volete vendere voi… tifosi meritano risposte subito … grazie

  4. Insomma ci risiamo. Si firmano contratti che poi non valgono nulla. Perché se lo teniamo controvoglia è uno sbaglio. Joachim ha un contratto da rispettare ,contratto fra l’altro che si rinnova di un altro anno se giocherà 15 partite. Ora perché si dovrebbe rinunciare alle due prestazioni ? Lazzerini, iokovenko , il marocchino olandese , non ricordo il nome, e molti altri ce li siamo dovuti tenere (stipendiare) nonostante non giocassero e non si sono neanche vergognati a rifiutare trasferimenti preferendo rimanere a godersfi i diritti che il contratto gli garantiva. Ebbene, oggi, c’è qualcuno qui che suggerisce D’accontentare il buon Joachim , magari pronti a sottolineare poi, l’improfessionalita dei dirigenti . Che si prenda posizione. Tutti anche i soliti beceri. Che dicono cosa farebbero loro ,se spettasse a loro decidere, così saranno loro, i giudicabili.
    Certo questo non è possibile . La responsabilità se la prendano quelli che vengano pagati per far questo, ma noi tifosi veri, non é il caso che almeno stavolta, ci schieriamo con la società ? Solidarizzando con loro? non è per questo che ci autodefiniamo tifosi o meglio Sostenitori? AceBati,dai il buon esempio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*