Questo sito contribuisce alla audience di

Maglia e progetto dell’anno? All’unanimità vince la Fiorentina

Un viaggio tra le maglie della Serie A italiana. E’ quello proposto da GQ, noto mensile, nella sua versione on line. Un viaggio che finisce per premiare la Fiorentina e lo sponsor tecnico Le Coq Sportif che vincono all’unanimità il premio di maglia e progetto dell’anno.

“Ben cinque le divise presentate, ispirate al Calcio Storico Fiorentino – si legge su GQ – uno degli sport più antichi e violenti del mondo. La prima maglia è la classica “Viola”. Il design è pulito, arricchito dal simbolo dei quattro quartieri storici della città di Firenze impressi tono su tono sul fianco destro della maglia. Proprio i quattro quartieri di Firenze – Santa Maria Novella, San Giovanni, Santa Croce e Santo Spirito – sono la fonte d’ispirazione per le quattro maglie da trasferta di quest’anno. Ogni maglia ha il colore rappresentativo del quartiere – Blu, Bianco, Verde e Rosso – e il suo simbolo – la Croce, la Colomba, il Sole e il Battistero – impresso tono su tono. Il progetto non ha catturato solo l’attenzione del pubblico italiano, ma anche di quello internazionale, in particolare del pubblico inglese, che rappresenta l’avanguardia assoluta per quanto riguarda l’abbigliamento sportivo legato al calcio, tra tradizione e innovazione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. … incredibile! (na buffonata )

  2. che culo!

  3. Bella idea ma cara società pensiamo al sodo, cioè alla squadra e a rinforzarla, poi si pensi al contorno.

  4. Ooh, finalmente siamo primi in una classifica.

  5. Si ma… il progetto tecnico?

  6. La storia del “progetto” mi mancava…

  7. Tifolamagliaviola

    E’ una bella idea. Mi sarebbe piaciuto sintetizzare il calcio storico in una maglia da trasferta unica, o magari due, Quattro sono un po’ dispersive. Credo anche che la cosa vada pubblicizzata di piu’ altrimenti da fuori – orbi – non si capisce se non con una ricerca storica

  8. Almeno qualcosa l’hanno vinta i Della Valle, oltre allo scudetto del dio Bilancio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*