Main sponsor a rotazione e la trattativa per il retromaglia

cognigni moena 5

Accordo raggiunto fra la Fiorentina e l’azienda tedesca Vorwerk che per un totale complessivo di quasi 11 milioni (una quota variabile dipenderà dai risultati ottenuti dalla squadra) abbinerà il suo nome ai viola fino alla stagione 2018/2019. Tre anni di contratto – e questo si sapeva – ma c’è una novità sostanziale a proposito della «visibilità» del main sponsor: è stata concordata l’alternanza del marchio sulla maglia, un avvicendamento che potrà avvenire sia in campionato che nelle altre competizioni. In alcune partite la Fiorentina scenderà in campo con il nome Vorwerk sulla maglia, in altre invece con il marchio Folletto. La scelta dipenderà dalla strategia di comunicazione concordata con l’azienda tedesca, che oltre al marchio Folletto commercializza anche robot da cucina Bimby. Quest’ultimo logo non comparirà comunque sulle maglie. Dopo due stagioni senza main sponsor (l’ultimo era stato la Mazda nel 2013/2014) la Fiorentina ritrova dunque una partnership che le permette di aggiungere risorse al bilancio. Per quanto riguarda la sponsorizzazione no-profit con Save the Children, l’intenzione è quella di riservare comunque uno spazio sulla maglia per pubblicizzare il logo della rete di associazioni umanitarie a cui la società viola si è legata da tempo.C’è una trattativa con altre due aziende per cedere il cosiddetto spazio retromaglia: c’è anche la possibilità che l’accordo possa essere definito prima dell’inizio del campionato, l’alternativa più probabile sembra però quella di chiudere la seconda trattativa a gennaio, quando gli investimenti potranno essere compresi nel nuovo bilancio. Il valore dello spazio posteriore varia da 1 a 1,5 milioni, cifra che anche in questo caso dipenderà in parte dai risultati ottenuti dalla squadra. L’obiettivo della Fiorentina è quello di avvicinarsi ai 5 milioni di sponsorizzazioni totali all’anno, solo relativamente agli spazi sulla maglia. L’accordo con la Vorwerk sarà ufficializzato dopo Ferragosto. L’azienda tedesca è diffusa in oltre 70 Paesi e ha un bilancio di quasi 3 miliardi di euro, secondo quanto scrive La Nazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

31 commenti

  1. Se la proprietà della Fiorentina avesse gli occhi a mandorla mi verrebbe letteralmente da vomitare. Come si può pensare che a un cinese possa fregare qualcosa della maglia viola gnamooo. Sarebbe addirittura peggio dei duo infradito. E ho detto tutto. Qui ci vuole una proprietà che IN PRIMIS tifa viola e che subito dopo abbia la voglia di investire per VINCERE. STOP.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*