Mal comune mezzo gaudio: la situazione viola e quella dei competitors

Il presidente esecutivo Mario Cognigni è stato chiaro: faremo una squadra più forte. Sousa ha annuito speranzoso, Corvino lo ha confortato: pochi soldi, ma pochi problems. Vincerà l’ingegno. I tifosi ci credono, o comunque non si disperano e incrociano le dita, perché la squadra non è da rifare, semmai da resettare un po’. Soprattutto nelle seconde linee. E i problemi, per ora, sono relativi. Trovare un difensore (nuova), vendere Gomez (oltre al Barcellona c’è anche l’Ajax)) e magari trovare un estimatore disposto a eccitarsi per pagare un botto Babacar. E comunque tutti problemi risolvibili. E il clima è mediamente sereno. Gli abbonamenti vanno lentamente, ma vanno, la società sta cercando di riorganizzarsi anche per provare a comunicare meglio, iniziando dal festone per i novant’anni, ottima occasione per spingere sull’acceleratore dell’entusiasmo. La Fiorentina, come noto, punta al ritorno in Europa. A questo punto, sempre su Repubblica, viene fatta una analisi sui competitors dei viola, ovvero le due romane, le due milanesi ed il Napoli, da cui si evince che se la situazione dei viola non è certo brillantissima, negli altri casi è tutt’altro che rosea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. supercannabilover

    Federico, io aggiungerei sassuolo se uscira’ subito dalla coppa uefa. Il Milan con Montella al posto di Maialovic si e’ sicuramente rinforzato e quest’anno sara’ dura tenerlo dietro.

  2. juve a se..napoli roma nettamente superiori..inter ha preso banega e candreva sembra..siete sicuri la fiorentina sia superiore io no..milan non lo sottovaluterei..lazio torino siete certi siano peggio di noi?

  3. Paolo da Grosseto

    Deo le tue parole sono condivisibili, ma se a gennaio c’era l’occasione da sfruttare e non è stato fatto, credi che lo facciano adesso? Siamo ad agosto con un ritiro già fatto ed un altro alle porte e non si vede lo straccio di un difensore, dei tanti nomi fatti non ne arriverà uno e tra 20 giorni si va a Torino dai gobbi. C’è da essere ottimisti mah….

  4. Dopo la grande delusione dello scorso anno per i mancati rinforzi di gennaio credo che torneremo ai livelli di squadre con un passato più o meno glorioso come Torino .Genoa e Bologna Spero almeno di non arrivare dietro il milan di Montella e mosciolivo Il mio non è pessimismo ma è pura realtà perché negli ultimi anni non abbiamo saputo sfruttare il momento no di altre squadre come le milanesi

  5. Cosa ne pensate,433 Tata widmer Gonzalo astori Alonso tielemans vecino borya bernardeschi depay(prestito)kalinic (pepito) che squadra sarebbe

  6. Oltre all’ Inter che sarà più competitiva, ci metto anche ilk Torino…e la Lazio non sta a guardare, quindi darà dura arrivare alla sesta posizione in classifica…se non arrivano giocatori importanti e questo non è il passo giusto, rischiamo di non rientrare nell’ambito europeo.

  7. Deo, condivido in pieno dovrebbero osare e approfittare della situazione , anche se le altre proprio ferme non sono un titolare l’hanno preso .

  8. Ammesso che la situazione resti cosi’ (cosa che non credo almeno x Napoli e Roma) e’ un motivo in piu’ x rafforzare la squadra e cercare di fare meglio della anno scorso

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*