Malusci: “Montella voleva rinforzi giovani ma la Fiorentina la pensava diversamente. Paulo Sousa scommessa rischiosa”

image

L’ex difensore viola, cresciuto nella Fiorentina, Alberto Malusci si dice dispiaciuto per il finale della storia tra i viola e Montella, parlando a ilsussidiario.net: “Speravo davvero che le due parti trovassero un accordo per continuare a lavorare insieme anche nella prossima stagione. Hanno scelto la strada meno giusta, il problema è che la Fiorentina perde un grande allenatore perché il lavoro di Montella è stato importante a Firenze. Motivi dell’addio? Credo che le due parti avessero progetti diversi in testa, Montella voleva rinforzare la squadra puntando su giocatori più giovani rispetto agli attuali. Difficoltà per assenza Rossi? Assolutamente sì, Rossi era il top player dell’attacco e Montella  ha dovuto giocare senza di lui per tutta la stagione. Paulo Sousa? Un buon allenatore sicuramente ma in Italia sarebbe una scommessa e non sempre le scommesse si vincono. Contestazione ai Della Valle? Non sono d’accordo perché comunque quando hanno preso Gomez c’è stato un esborso importante a livello economico”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA