Mangia: “Bei segnali al gruppo da parte di Sousa. Berna? Lui e Berardi i talenti più preziosi che abbiamo”

Del bell’esordio viola ha parlato a Radio Bruno l’ex allenatore dell’Under 21 Devis Mangia: “E’ stata una partita ben preparata da parte di Sousa per cercare di esaltare le proprie caratteristiche e mettere in difficoltà il Milan. Kalinic? A me è piaciuto molto perché è un attaccante perfetto per i due che aveva alle spalle, bravo ad allungare la squadra e cercare la profondità. Dualismo con Babacar? Sousa è stato bravo perché penso che abbia tenuto nascoste le sue idee fino all’ultimo momento. E’ un allenatore che coinvolge tutta la squadra e non mi sorprenderebbe se nella prossima gara andasse a cambiare molti interpreti. Vuol dire che osserva tutto quello che accade in settimana e non si fa condizionare, è un bel segnale anche per i calciatori. Ritmi troppo alti? Penso che quando si lavora di squadra si faccia meno fatica e la si senta meno; in più l’idea di coinvolgere tanti giocatori garantisce un rendimento a lungo costante. Bernardeschi? E’ cresciuto molto anche da quanto era a Crotone, bisognerà essere bravi a gestirlo e dovrà essere sostenuto anche quando non farà benissimo. Lui e Berardi penso che siano i due talenti giovani principali. Situazione Joaquin? Sono i problemi del mercato aperto ma sono problemi validi per tutte le squadre. Poi però i giocatore sono tutti importanti ma la Fiorentina ha fatto un’ottima partita anche senza Joaquin“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA