Mario Gomez, la notte del mesto addio e del rimpianto

Gomez Atalanta

Gomez AtalantaDomenica sera sarà l’ultima partita in Fiorentina per tanti giocatori alcuni “storici” altri arrivati solamente da pochi mesi, in tanti si congederanno dal ‘Franchi’ e qualcuno l’ha già fatto come Neto e Kurtic che hanno terminato la loro esperienza già a Palermo. Su tutti però ci sarà ancora una volta Mario Gomez che non partirà dal primo minuto, con Gilardino in netto vantaggio, ma che vivrà comunque una serata amara. La sua avventura alla Fiorentina è stata sfortunata e a tratti deprimente, da entrambe le parti, il tedesco non è riuscito ad incidere sulle sorti della squadra di Montella, non è riuscito a fare ciò per cui era stato comprato, segnare caterve di gol. Domenica sarà la serata dell’addio, mesto e defilato, con tanti rimpianti per ciò che poteva essere e invece non è stato.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. anche Tenerani, che e’ tra i più equilibrati, nell’editoriale di stamani parla di contatti futuribili da fare con Spalletti (??) sinonimo che c’e’ chi paga per proporlo. Il nocciolo si sà tutti che e’ un altro: Gomez e Rossi e un’annata normale di Valero, oltre al mezzo servizio del Baba e Berna hanno dato lustro a una rosa solo apparente; Montella ci ha messo tanto per raggiungere il 5° e ricordiamoci che s’era abituati ad Ariatti che tocca bene la palla

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*