Martorelli: “La vicenda Sousa va risolta il prima possibile. Se i Della Valle lo accontenteranno rimarrà, altrimenti è giusto interrompere il rapporto”

Paulo Sousa in primo piano. Foto: Activa Foto.
Paulo Sousa in primo piano. Foto: Activa Foto.

Il procuratore Giocondo Martorelli è intervenuto a Radio Blu: “Ogni anno di questi tempi si pensa sempre ai vari rinnovi di contratto di Pradè, che poi arrivano a giugno: la tempestività e la programmazione non sono mai state il forte della Fiorentina. Mi auguro che la proprietà intervenga, quella con Sousa è una vicenda che va risolta il prima possibile. In una società dove ci sono tanti personaggi diventa difficile parlare con la Fiorentina. Più si aspetta e più diventa tardi programmare. Al club viola non toccheranno le prime scelte, per un problema di budget. Futuro di Sousa? E’ difficile dare una risposta del genere, la società sa quali sono le richieste del tecnico e se i Della Valle sono disposti ad accontentarlo non ci saranno problemi. Quando vengono a mancare i presupposti per andare avanti, è giusto interrompere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Hmmmm… L’effetto Montella… Montella… Ahhh, giusto! Quello che ha sostituito Zenga nella Samp che era a ridosso della zona Uefa portando benefici indiscutibili alla squadra. Già, si! Grande prova. FV

  2. Ma lo sappiamo qual’è il vero Sousa, quello dell’andata o quello del ritorno? Per me purtroppo è quello del ritorno; all’andata c’era ancora l’effetto Montella.

  3. La proprietà poteva e doveva fare di più, ma è anche vero che la stessa ci tiene a dei livelli a cui:
    -primo non eravamo abituati, fare per molti anni di seguito la coppe per noi era un sogno.
    -secondo tengono la squadra a un livello non altissimo ma comunque decente, consideriamo gli ultimi trent’anni,cioè da quando Berlusconi ha radicalmente cambiato il modo di fare calcio.
    -terzo last but not least, un allenatore non considerato certo un guru, sta vincendo il campionato più duro, dal punto di vista fisico, la morale è nessuno è un fenomeno. Non innamoriamoci, non conviene. Ti saluto SFV

  4. Alessandro, Toscana

    Perbacco!!!! Non mi aspettavo una risposta onesta e ponderata! Ti credevo un talebano leccavalle totale ma vedo che si può discutere con te!
    Secondo me Paulo Sousa (P.S. da ora) ha commesso 2 errori, il primo fidarsi dei DV, il secondo non aver reagito a livello mentale alla delusione ( deve essere stata forte!) della gestione societaria da operetta in cui aveva creduto ed ha trasmesso questa delusione alla squadra. Ma forse P.S. ha rotto con la società a febbraio e la squadra l’ha capito ed è andata a picco! Ecco i suoi errori, ma minimi rispetto alla società, alla quale ormai si è capito che non interessa il risultato sportivo ma solo la speculazione immobiliare e finanziaria. Io spero che i fratellini interisti se ne vadano a domenica con il mio abbonamento contestero’ ferocemente la proprietà! !!! Che si vinca o che si perda forza Viola e DV m…da!!!!

  5. Caro Alessandro toscana, io credo di poter dire come la penso. Rispetto la tua idea ma penso di non commettere un reato di lesa Maestà se non allineo alla maggioranza. Siamo tutti tifosi viola quindi ti pregherei, se ti vuoi confrontare con me di riporre in un cassetto il tuo sarcasmo da quattro soldi.
    P.S. per tua informazione non mai tifato Inter.

  6. Alessandro, Toscana

    Fiore….. ha ha ha te non capisco nulla di calcio…. tifa Inter come i tuoi santi fratellini!!!!

  7. Io rovescio la situazione, secondo me è Sousa che deve dimostrare di essere da Fiorentina, non il contrario. Con le su sterili polemiche ha creato una situazione in cui tutti hanno pensato di aver fatto anche troppo. Se pensava a fare il suo lavoro era meglio. Quanto alla programmazione con cui tutti di riempiono la bocca, sono tutte bubbole, se ho un giocatore buono te lo faccio pagare quanto vale, anche se ti presenti prima fi tutti. Ad majora e SFV.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*