Mastella a FN: “A Firenze investire nel calcio è qualcosa che trova ostacoli insormontabili. Diego Della Valle sarebbe un grande premier. E sul Benevento…”

Il politico e grande amico dei Della Valle Clemente Mastella parla a Fiorentinanews.com a proposito di alcuni temi legati al futuro della Fiorentina e dei suoi stessi proprietari:

Mastella, che ne pensa dell’affermazione dei giorni scorsi da parte dell’ex ministro Scajola il quale ha indicato Diego Della Valle come un possibile e valido candidato leader per il centrodestra da opporre a Renzi?

“Ritengo che Diego abbia tutte le caratteristiche e le qualità per ricoprire questo importante ruolo, come l’intelligenza il senso di solidarietà e la capacità di guardare in avanti e di scrutare l’avvenire a favore delle giovani generazioni. Sarebbe quindi un ottimo leader di governo, ma non penso che abbia la voglia effettiva di farlo”.

Ha mai avuto modo di parlare insieme ai Della Valle del progetto per la “Cittadella Viola”?

“No, sinceramente non abbiamo mai affrontato l’argomento. Adesso si sta parlando tantissimo della vittoria del Leicester di Ranieri, al quale colgo l’occasione per fargli pubblicamente i complimenti, però va precisato che c’è una netta differenza tra le squadre italiane e inglesi. Queste ultime hanno gli stadi di proprietà che possono utilizzare nel modo migliore. Qua invece per adesso ci sono solo la Juventus e l’Udinese che hanno questa possibilità, mentre le altre no. Questa sembra quasi una difficoltà, come se le proprietà che devono cacciare i soldi non possono perché hanno quasi paura di andare in rimetterci, ed è un qualcosa di incredibile. C’è la sensazione quasi che quelli che possono provenire dal mondo del calcio siano guadagni non leciti, e che invece illeciti non lo sono affatto. Si tratta di qualcosa di legale, anzi legalissima, che però trova ostacoli insormontabili, questo non solo a Firenze ma anche a Napoli e Roma ad esempio”.

Ha riparlato con  i Della Valle dopo la promozione in Serie B del Benevento?

“Si, li ho sentiti ed erano contenti per questo traguardo raggiunto dai giallorossi che il prossimo anno giocheranno in serie cadetta. Dopotutto, da quando loro sono proprietari della Fiorentina quello dei viola è il secondo risultato che vado a controllare dopo il mio Napoli. Quindi essendo io originario della provincia di Benevento lo stesso vale per i Della Valle che hanno avuto un grande piacere per la storica promozione ottenuta dal club sannita”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Caro Mastella, se vuoi veramente bene al tuo Amico Diego Della Valle, convincilo a vendere la Fiorentina a Etihad, e perchè a Firenze ha finito il suo ciclo e il suo tempo, nessuno crede più in lui in ciò che dichiara lu e i suoi porta borse, fateci un grosso favore Vendete a Etihad!!!!!

  2. Ma come si fa a riportare le dichiarazioni di questo individuo.

  3. Quindi secondo la logica dei leccavalliani il prossimo anno si giocheranno lo scudetto juve e udinese visto che hanno lo stadio di proprietà. Quasi dimenticavo che esiste una terza squadra che ha lo stadio di proprietà, società che in effetti dovremmo prendere come modello visto che vende un gioiello ogni due anni e visto che ha un presidente che versa più di dieci milioni l’anno di sponsorizzazioni e non a titolo di anticipo di cassa (con interessi sicuramente superiori ai tassi bancari) come invece accade da noi.

  4. Di leccacelo i D V ne hanno abbastanza ora si ci mette pure Mastella

  5. Non mi interessano le opinioni del pensionato Rai (senza mai lavorare un giorno) Clemente Mastella, from Ceppaloni…..

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*