Questo sito contribuisce alla audience di

Mastella a Parigi da Della Valle e il suo esilio porta fortuna al Benevento

“Domenica non potrò essere al Ciro Vigorito per Benevento-Milan. Finora non mi sono perso una partita in casa. E se vince i tifosi diranno pure che porto jella”, così Clemente Mastella, qualche giorno fa, si confidava con amici. Perché si sa:  nel calcio la scaramanzia è l’uomo in più. E anche se non ha vinto, il Benevento ieri ha conquistato il suo primo punto in serie A. Mastella si sarà morso le dita da Parigi, dove è ospite del suo caro amico Diego Della Valle, patron della Fiorentina. Un ipse dixit, quello di Mastella, che ora suona come una sinistra previsione. Il sindaco di Benevento è stato fino ad oggi sempre presente sugli spalti del Vigorito per sostenere una squadra piegata, sconfitta e umiliata, alla quale non aveva portato proprio fortuna. E ieri è arrivato il primo punto,  nel giorno della sua prima assenza allo stadio. Con il rischio che la superstizione dei tifosi lo costringa ad un esilio fino alla fine del campionato…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Alessandro, Toscana

    La riconoscenza DVFOREVER non è eterna, se uno ti salva la vita e poi dopo ti inganna e prende in giro pubblicamente per tanto tempo tu continui a mostrare riconoscenza?

    Se rispondi di si a questa domanda ti qualifichi da solo!

    Ma già ti abbiamo inquadrato…..

  2. DellaValleforever

    Ha portato bene anche alla Fiorentina Diego Della Valle, perchè senza di lui non c’eravamo più

  3. Allora che stiano tutti a Parigi, visto che anche la Fiorentina ha vinto, come si dice? Parigi val bene una vittoria.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*