Mastella: “Della Valle creerà una fondazione per gestire la Fiorentina”

Clemente Mastella, amico di vecchia data di Diego Della Valle, a calciomcercato.com rivela una novità proprio sul futuro della Fiorentina: “Nuovo stadio? Si, ho sentito Diego. Finalmente si è arrivati ad una conclusione positiva, ci sono tutte le condizioni per creare una bella struttura. Da quello che ho saputo loro creeranno una fondazione che dirigeranno senza guadagnarci: gli introiti legati al campo e di natura commerciale andranno tutti a questa fondazione, con quest’ultima che andrà poi a gestire direttamente la Fiorentina“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

14 commenti

  1. Vai Enrico, telo spiega il pisano, come sono i fiorentini.

  2. Ascolta Enrico TV …. 0 titoli conquistati, 0 gioie con questa proprietà, tanti soldi spesi da noi tifosi per farmi dare solo del cliente….vedi di stare un pochino zitto…a me di quello che fanno non mi interessa, ma dal momento che sono un cliente e non sono soddisfatto del servizio che mi viene dato, ho tutto il diritto di criticare. Per MW possono fare anche 50 holding basta che portino qualcosa in bacheca perché mi sono anche belle di molto rotto le palle. Va bene o no? Ti va bene o no? Ovvia.

  3. supercannabilover

    Proventi del calcio e commerciali per una fondazione senza guadagnarci? Aaaahahahahahahahahahahahaha!

  4. Enrico, a me pare che quei terreni, proprio infruttuosi nn siano. Che gran sfortuna, hanno comprato tanti piccoli lotti di terreno (pagandoli come tali) e si ritrovano un area molto vasta (che vale qualcosina di più di tanti piccoli lotti separati fra loro da strade vicinali). Per somma sfortuna quei cattivacci di politici, sempre pronti a mettere i bastoni fra le ruote ai buoni samaritani, gli hanno impedito di fare campi da calcio (composti da erba, elemento notoriamente impattante). Certo ci fanno il vino, ma immagino che lo regalino e nn ne traggano alcun vantaggio economico.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*