Mati, Mati… la retta via proprio non s’ha da imboccare

La stagione di Mati Fernandez non sembra proprio voler ingranare la marcia giusta: il centrocampista cileno, pupillo di Montella e tra i più utilizzati nella scorsa stagione, sta vivendo un 2015/16 da comparsa. Quasi mai titolare e difficilmente collocabile negli schemi di Sousa, visto che da mediano così come da trequartista ha mostrato difficoltà di feeling con il ruolo. Sabato a Bologna però, il cambio di modulo l’aveva in qualche modo avvicinato alla posizione classica dell’era Montella ma tracce di Mati se ne sono avute poche. Fino al 55′, quando il cileno ha pensato bene di farsi buttare fuori per un fallo tanto ingenuo, quanto inutile, lasciando così i compagni in inferiorità numerica. Un duro colpo per i suoi compagni ma prima di tutto per lui, visto che godeva per la seconda volta consecutiva della fiducia dello staff; una fiducia che ha tradito e che potrebbe metterlo in seria difficoltà, soprattutto quando rientrerà Badelj.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Avrà anche talento ma non segna, i suoi tiri o vanno in tribuna o addosso a qualcuno, spreca fiato con poco costrutto. Ora si fa anche espellere come un ragazzino bizzoso. Liedholm diceva: se credete che a calcio si giochi con i piedi, siete in errore: a calcio si gioca col cervello.

  2. Ma quale tecnica non sa fare ne cross ne tiri. sempre e solo in tribuna. Nel gioco gira intorno a se stesso come una trottola e non verticalizza mai. A cosa serve? Boh! Io lo avrei dato di corsa a Montella al quale piace tanto e magari avrei pretese in cambio un centrocampista vero.

  3. Albertoviolaclubroma

    Vendere,inservibile.

  4. Il classico ‘tutto fumo e niente arrosto’ e poi…ridicola la corsettina che fa tutte le volte prima di calciare le punizioni..io l’avrei portato a Genova in braccio e di corsa..

  5. Mati ha una grande tecnica, ma gioca a 2 all’ ora, non vede la porta, non ha fisico, si rifugia spesso nel passaggio all’indietro…….Inutile!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*