Maxi, lo sconosciuto che ha conquistato Sousa

Per stessa ammissione di Corvino non c’è stato tempo per spiegare a Sousa chi fosse Maxi Olivera, perché la cessione di Alonso al Chelsea è arrivata a poche ore dalla chiusura del mercato e la Fiorentina si è dovuta muovere in fretta. Così il tecnico viola ha accolto Olivera senza sapere davvero chi fosse, o comunque con poche nozioni su di lui. Ma sono bastati pochi allenamenti per conquistare la sua fiducia tanto che a Genova, la prima gara di Olivera, Sousa non ci ha pensato su e lo ha schierato immediatamente nell’undici titolare. Maxi Olivera, dunque, è arrivato tra lo scetticismo generale ma ha già conquistato Sousa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. COn Milic infortunato al setto nasale doveva giocare per forza!

  2. Fiesole , ma dove vai ad inventarle queste battute? Sei un fenomeno, fatti alla lirica.

  3. Fiesolo, sapevamo che non sarebbero arrivati grossi nomi, ma questi sono buoni giocatori. Per te sono tutte pippe. Ma non può essere colpa del mister? Mi sembra che la squadra la schieri lui. Puoi prendere tutti i difensori che vuoi ma se non insegni a difendere… La viola non ha un gioco, non tira mai in porta, abbiamo fatto solo due gol

  4. A me sta bene avere tanti uruguagi in campo visto che sentono la “garra” come pochi e quest’anno ne abbiamo di molto bisogno. Voglio giocatori che odiano perdere anche a briscola.

  5. Per forza lo ha stregato….. chi volete che mettesse in campo? Qui i campioni non ci sono e i magazziniere non hanno il ritmo gara……. vaia vaia volete per forza far passare dei brodi per gente bona…… che poi é il vero progetto dei DV!!!!!!

  6. …sconosciuto qui.!……in uruguay era capitano del penarol ed e’ stato il miglior giocatore del campionato uruguagio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*