MERCATO ATTACCO: Kalinic e Baba bastano e avanzano, Pradè pensa ad un esterno ma per Borini non è facile. Senza dimenticarsi di…

Rossi Barcellona 2

Ultima tappa: dopo aver analizzato difesa (LEGGI QUI) e centrocampo (LEGGI QUI), è il turno dell’attacco. Nel 4-2-3-1 di Sousa ci sarà spazio per una sola prima punta: e il ballottaggio è tutto tra Babacar e il neo acquisto Kalinic con il primo che parte, almeno per adesso, leggermente favorito. Senza dimenticarsi di Giuseppe Rossi: nel modulo che il tecnico lusitano ha intenzione di adottare, Pepito può ricoprire due ruoli: la prima punta, con conseguente panchina per Baba e Kalinic, e il trequartista centrale dietro alla punta. Quest’ultimo ruolo può essere ricoperto anche da Ilicic e Mati Fernandez. Gli esterni offensivi, in questo momento, sono Joaquin, Bernardeschi, Ilicic e Rebic: in questo momento l’unico titolare è lo spagnolo mentre la seconda maglia se la giocheranno il nuovo numero 10 viola e lo sloveno, senza tralasciare un Ante Rebic fin qui in grande spolvero. Numericamente sono in quattro per due posti e probabilmente un altro innesto è necessario: rimane da vedere se Pradè cercherà di acquistare un titolare o un giocatore per allungare la panchina. Nelle ultime settimane la Fiorentina è stata vicina a Fabio Borini, attaccante tuttofare del Liverpool, ma negli ultimi giorni la pista sembra essersi freddata: Keita invece è un nome interessante ma la valutazione di 30 milioni di Lotito è assolutamente fuori mercato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

12 commenti

  1. La butto li, Cheryshev del Real Madrid, anche in prestito con diritto di riscatto a 10 milioni. L’anno scorso fece na bona stagione al Villareal, non è un giovanissimo inesperto, ma neppure vecchio, anzi, ha 24 anni ed è ne pieno della maturazione. Ha una media di gol e un assist ogni 4 partite (l’ultimo anno ben 10 assist vincenti e 7 gol, buoni numeri per un esterno). In piu l’ho visto nel precampionato e mi ha stupito, pecca di qualche dribling di troppo, ma ha qualità incredibili

  2. Concordo. Basta Roncaglia e Tomovic! Basta anche parlare solo dell’attacco.
    Ci vuole un difensore di prima categoria e un rincalzo affidabile a centrocampo se Suarez prende una squalifica o un raffreddore.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*