Messaggio chiaro dalla Curva alla squadra: Meno parole, più fatti!

I tifosi della Curva Fiesole. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Erano poco più di 300 i tifosi presenti ieri pomeriggio all’interno del ‘Franchi’, ma certamente si sono fatti sentire nei confronti dei giocatori della Fiorentina che si stavano allenando. Il messaggio, come scrive il Corriere dello Sport-Stadio, è stato chiaro: Meno parole e più fatti. Adesso la Curva chiede unità e sudore, da parte di tutti, per il bene della Fiorentina. I 300 temerari che hanno sfidato il freddo si sono fatti sentire con la squadra, con tanti cori, applausi, fumogeni e tamburi. Un vero tifo da curva a pochi passi dal terreno di gioco per incitare i giocatori e mostrar loro la vicinanza di una tifoseria e di una città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Non glielo chiedono certo i tifosi ai DV di tenere la Fiore,loro hanno le caratteristiche perfette x dirigere squadre tipo Ascoli.Spese limitate,nessuna contestazione,canti e balli in piazza se vanno in A e magari vendono anche un giovane guadagnandoci sopra.La Fiore ha bisogno e merita gente motivata e non micragnosa che voglia portarla in alto,perche’ ci sono le condizioni x poterlo fare in pochi anni.Questi aspettano di vedere nuovo stadio e dintorni x lucrarci sopra,x loro la Fiore e’ solo un accessorio.

  2. Renato, non mi sembra che i tifosi siano d,accordo col la
    “strategia societària del disimpegno ” come dici.
    Anzi direi proprio che questi avidi, pidocchiosi, mercenari ci hanno rotto i coglioni. E credo che non siamo in pochi a pensarlo.ciao

  3. X Luca,
    Sono d,accordo, qualcuno in società meriterebbe di fare delle “ripetute” (termine rubato all’atletica) sul viale dei mille.

  4. Davvero non capisco: a trarre conclusioni dai vari articoli su giornali e siti viola, senza tralasciare i sondaggi sulle colpe di Sousa e sulle motivazioni alla base delle sconfitte, parrebbe quasi plebiscitario il sostegno della tifoseria alla strategia societaria del progressivo disimpegno dalla Fiorentina. Tutte le colpe dei capri espiatori del momento, come furono nel recente passato i vari mister mandati via con il marchio d’infamia bucchioniano. Personalmente in questa logica non mi ci trovo: sto da tutt’altra parte e ai sondaggi credo poco.

  5. Le nuove generazioni di tifosi sono degli emeriti imbecilli…La volontà della società di voler rinnovare a Gonzalo il contratto solo in virtù di una sua parziale decurtazione rispetto a quello corrente è l’ennesima prova del disimpegno gestionale e economico dei DV verso la Fiorentina che si protrae da gennaio scorso.. Diamo i gradi al argentino di capitano e al unica sicurezza in difesa gli chiediamo il rinnovo con ritocco verso il basso?.. Un paradosso ..
    La società non perde occasione di avvalere le convinzioni di tutti e non solo di Sousa di una Fiorentina non ambiziosa…Ai miei tempi la Curva Fiesole sarebbe scesa in piazza già da gennaio scorso dopo quel insulso mercato riparatore tristemente noto con la Viola clamorosamente in vetta alla classifica… Queste ultime generazioni di rinco provano orgasmo se battiamo Empoli o gli regalano i palloni come ieri a fine allenamento… Sveglia!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*