Mexes annuncia: “La mia nuova sfida è la Fiorentina. Grazie ragazzi per tutto”, ma è solo un burlone FOTO

L’annuncio sarebbe stato di quelli sorprendenti vista la tempistica, peccato che ci troviamo davanti all’ennesimo mitomane da social network. Un falso Philippe Mexes su Instagram (seguito da più di 39mila followers e taggato spesso dai compagni di squadra) ha annunciato: “New Challenge. thank u guys for everything #alwaysredandblack #forzamilan #forzafiorentina (“La nuova sfida. Grazie ragazzi per tutto”). Tanti i messaggi che sono già giunti al finto giocatore, alcuni a suo favore, altri contro e altri che se la sono presa con il Milan. Peccato, ribadiamo che il giocatore non sia affatto presente sui social network.

New challenge ✏📄💯 thank u guys for everything #alwaysredandblack #forzamilan #forzafiorentina Grazie ⚫🔴⚫🔴⚫🔴

Una foto pubblicata da Philippe Mexès (@p_mexes) in data:

© RIPRODUZIONE RISERVATA

17 commenti

  1. Mexes a Firenze niente scene stupide..fai il bravo e porta rispetto alla GLORIOSA MAGLIA VIOLA.

  2. MA CHI TI VUOLE E POI MI RICORDERAI PER SEMPRE IL FURTO DI SIENA MEGLIO UN RAGAZZO DELLA PRIMAVERA.

  3. @Specillo mi pare prendesse 4/5M al Milan fino all anno scorso. Poi ha rinnovato di un anno a poco più di un milione. Almeno cosi avevo letto.

  4. NON CI SERVE E’ BOLLITO E LENTO.

  5. nooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo!

  6. almeno spero arrivi prima di salah a firenze con la roma!
    penso che l’abbiano acquistato per salvare facundo da una lunga squalifica…..
    boh! l’uomo è infame, il giocatore se non è rotto negli ultimi minuti per difendere il risulto può anda bene, non credo sia integro per tutta la partita…

  7. Io voglio essere coerente almeno con me stesso.Ho sempre detto che non mi piace né come uomo né come calciatore (arrogante e troppo falloso).preferirei non arrivasse ma se arriva almeno giochi con i piedi e non a cazzotti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*