Questo sito contribuisce alla audience di

Mezzi rigori per parte, ma alla fine i viola sono più penalizzati

L’arbitro Rizzoli quando ha capito che il match Fiorentina-Juventus stava andando oltre il gioco maschio, ha cominciato a distribuire cartellini gialli (salvaguardando un po’ di più i bianconeri che hanno cominciato prima a fare falli da cartellino, come nel caso di Evra). Restano dei dubbi invece, sugli episodi-chiave, che avrebbero potuto fruttare un rigore a testa. Al 18’ del primo tempo, sulla punizione di Mati Fernandez, la palla batte sul braccio di Chiellini, non sembrano esserci le condizioni per la volontarietà ma, un attimo prima, il difensore tocca la spalla di Gomez e gli allunga la maglia. Reclama anche la Juventus nel recupero, quando sul tocco di Pogba, Pizarro, a mezzo metro dall’avversario, allarga il braccio e tocca il pallone in area. Due penalty che potevano essere fischiati, ma quello eventuale ai gigliati avrebbe potuto indirizzare diversamente la gara.

© RIPRODUZIONE RISERVATA