Mihajlovic si presenta in tribunale: “Mai pressioni da Corvino. Masi non poteva ambire alla Fiorentina”

Dopo tante convocazioni saltate, Sinisa Mihajlovic alla fine si è presentato presso il tribunale di Firenze per testimoniare al processo che vede contrapposti il dirigente della Fiorentina, Pantaleo Corvino, e il padre di Federico Masi, ex giocatore viola (il primo ha querelato il secondo per aver detto che lo stesso Corvino imponeva a Mihajlovic di far giocare Camporese e Piccini a discapito di suo figlio).

L’attuale tecnico del Torino, all’epoca dei fatti sulla panchina viola, ha dichiarato in aula: “Non ho mai accettato ordini da nessuno e chi mi conosce questo fatto lo sa bene. Con Corvino parlavamo di calcio, ci confrontavamo, ma alla fine ogni decisione l’ho sempre presa da solo, assumendomi ogni responsabilità. Masi? Era un bravo ragazzo, si allenava bene ma non lo ritenevo un giocatore che potesse ambire a giocare alla Fiorentina, era inferiore rispetto ai compagni che c’erano in quella stagione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*