Milik: “I compagni di squadra mi hanno consigliato di non girare con oggetti molto costosi a Napoli”

Arkadiusz Milik, attaccante del Napoli, ha rilasciato un’intervista al sito web polacco sportowefakty.pl. L’ex attaccante dell’Ajax si è soffermato anche su un episodio curioso che gli è capitato al di fuori del terreno di gioco e dei consigli ricevuti dai compagni: “L’episodio più curioso che mi è capitato è stato l’essere inseguito da uno scooter per 5 km. Ad un semaforo mi hanno fatto abbassare il finestrino. Tutto questo solo per avere un autografo, ed io avevo paura che volessero altro. I compagni di squadra mi hanno consigliato di non portare in giro oggetti molto costosi, come un orologio di lusso, perché non sarebbe stato sicuro. Vivo tra Napoli e Castel Volturno, è una comodità essere vicino al nostro centro di allenamento”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. supercannabilover

    Siamo sicuri che fosse un autografo? Secondo me t’hanno fatto firmare un assegno

  2. Magari erano senza casco

  3. Caro batik, ti consiglio pure di dare in okkio alla moglie…

  4. Complimenti per la scelta, non c’è posto migliore. Sì, meglio non girare con oggetti costosi, e a nord di Napoli, meglio una macchina con tripla blindatura, specie tra Napoli e Castel Volturno. Stai senza pensieri…

  5. Adesso inizi a capire Napoli. Buon divertimento! Ahha

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*