MINACCIA VELATA?

Devo rimanere completamente focalizzato su quello che posso controllare: a fine stagione parleremo di questi due anni insieme. Concentrato solo sul presente, così Paulo Sousa si presenta in sala stampa alla vigilia dell’Inter. Sullo sfondo però, ecco apparire la minaccia neanche troppo velata: a fine stagione il portoghese, quando non sarà più l’allenatore della Fiorentina, “sputerà fuori” tutto quello che è successo in questi due anni. Rispetto al passato dunque, quando più volte le sue dichiarazioni hanno fatto scalpore, ci troviamo davanti a un Paulo Sousa con la bocca completamente cucita su ogni aspetto che va al di fuori del terreno di gioco. La miglior difesa è l’attacco, e anche per questo motivo a fine stagione probabilmente l’ex giocatore della Juventus attaccherà la società per quello che (non) ha fatto in questi due anni con l’obiettivo di difendere la propria posizione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

36 commenti

  1. A mio parere quasi nessuno ha colto l’aspetto della non-notizia dell’articolo; infatti l’affermazione di Sousa “a fine stagione parleremo di questi due anni insieme” per me va letta come la prima quasi esplicita ammissione di Sousa che dopo due anni di lavoro lui se ne va, il che è, per l’appunto, una non-notizia.

  2. Il sogno di sousa e’ essere esonerato, cosi non perde soldi e puo’farsi un po’ di ferie.
    I torti sono da spartire tra lui e la societa’.
    Quello che dira’ a giugno proprio non mi interessa , anche perche’ ascoltare individui come lui e corvino e’ una pena che non mi va’ di riprovare.
    Con i loro salari farebbero bene a pagare un’interprete cosi da farsi capire, ma dubito abbiano qualcosa di interessante da dire.
    La gente ha bisogno di fatti e non di parole vuote come ci hanno abituato.

  3. S69, sempre il salito saputello del niente! Aspetta Dortmund, nel caso fossero impazziti senti se il portoghese tra una basculazioni e l’altra trova un posto anche per te da tattico! È un complimento per te beninteso che sicuramente ci capisci più di lui. Salutamelo e aufwiedersen

  4. Pensi ad allenare, che la carriera è un attimo ad andare a rotoli…

  5. Una pari la sola:buffone.

  6. Ma non sono stanchi in società si sentire ste mezze paroline? Non abbiamo l’allenatore dei pulcini per fare queste ultime partite? E basta! Se fosse stato un minimo serio si sarebbe dimesso. Se la società fosse seria l’avrebbe esonerato. Così è un avvelenamento lento!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*