Mirri: “Altro che Empoli, la Fiorentina segua ciò che fa la Juve…”

Cresciuto nella Fiorentina ma sviluppatosi calcisticamente ad Empoli, Roberto Mirri a Radio Blu spiega le differenze tra la gestione viola di oggi e quella dei suoi tempi, a fine anni ’90: “La sensazione è che a Firenze ci sarebbe il desiderio di ottenere qualcosa di più però ci si va a scontrare con avversari più importanti, anche dal punto di vista della storia. Penso che la Fiorentina sia al suo posto, i Della Valle stanno facendo un buon lavoro. All’epoca Cecchi Gori, se uno voleva ottenere risultati gli acquisti dovevano essere di un certo calibro, la fine della Fiorentina è nota ma anche la Lazio, il Parma erano in difficoltà. E’ cambiato un po’ tutto oggi, non credo sia una questione di passione ma di volontà di gestione più oculata. Ad Empoli il discorso è diverso perché si punta su tanti elementi del settore giovanile, su calciatori di serie inferiori. Più che il club azzurro però per la Fiorentina il modello dovrebbe essere la Juventus, che acquista tanti giovani, li fa crescere in casa e poi li presta e li valuta, talvolta si ritrova dei calciatori pronti. La Fiorentina deve puntare alla stabilità ed alla conferma della sua posizione in Europa League, per la Champions le manca ancora qualcosa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Valerio cambia città. ……forse uno bravo lo trovi…..che tifosi ha la fiorentina. …..penosi come la società. …….

  2. Viva Corvino e Oriali allenatore Di Francesco un romano non dimentichiamo che l’allenatore che ci ha fatto vincere 1 campionato di serie si chiamava Bernardini era romano di Roma

  3. Mirri hai ragione i migliori portieri della serie ha li sfornava la Viola così come tanti giocatori che tuttora giocano purtroppo alla conduzione sportiva della squadra ci sono degli incompetenti Prade e Sousa inclusi io anno scorso avevo suggerito Oriali viva Corvino!

  4. Viva la fiorentina

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*