Questo sito contribuisce alla audience di

Mondonico: “Gomez va sfruttato per la squadra, non come uomo-gol. Non punterei sul terzo posto per la Champions ma…”

Per commentare quest’ultimo periodo positivo in casa viola è intervenuto a Lady Radio l’ex tecnico della Fiorentina, Emiliano Mondonico: “Le ultime partite sono andate molto bene e queste vittorie sono state la manna dal cielo. Quello che mi piace è che sembra che la squadra abbia trovato un’anima, gli stimoli e la voglia che prima invece non c’erano. Spero che non si parli più di divertimento ma di applicazione, di approccio e di fatica per le partite che verranno. Corsa al terzo posto? Mi viene da dire che sia più facile andare in Champions tramite la vittoria dell’Europa League, che non attraverso il campionato perché la Serie A non prevede partite facili o difficili, sono tutte impegnative. In Europa invece tutte le squadre giocano in un certo modo, c’è lo spirito di giocare sempre per vincere, il tatticismo non è mai volto alle squadre avversarie ma solo alla propria. Penso che sia più facile giocarsela nell’arco dei 180 minuti ed eliminare gli avversari. Gomez? E’ chiaro che la Fiorentina può migliorare con la sua crescita, ho visto che sbaglia dei gol facili per cui da un lato c’è l’elemento positivo che lo vede al posto giusto nel momento giusto, dall’altro c’è l’errore sotto porta. Io lo tranquillizzerei e lo userei come un giocatore che gioca per i compagni, senza cercare la porta, visto che è diventata una chimera. La Fiorentina ha tanti giocatori che sono in grado di andare in gol e potrebbero tutti sfruttare Gomez come punto di riferimento che tiene palla e chiude gli uno-due”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. l’ho sempre detto che in campo si va per vincere con determinazione e non per divertirsi!! conta vincere e non chi segna!!!

  2. Per la vittoria in Europa League, meglio riparlarne dopo la doppia sfida col Tottenham e forse pure dopo, anche perchè col gobbo Platinì di mezzo e senza Rossi e Berna la vedo dura.
    Su Gomez ha ragione, la sua sta diventando una ricerca quasi ossessiva del gol a tutti i costi e psicologicamente questo non l’aiuta.
    Deve andare in campo tranquillo, se segna bene, se nò segnerà la partita successiva e nel frattempo gioca x la squadra e i compagni.
    Non vorrei che si ripeta “Segnamai Pazzini 2”.

  3. Mondonico era un ottimo allenatore ed e`un esperto molto competente di calcio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*