Mondonico: “La Fiorentina non ha un’anima. Così non conta vincere ma partecipare”

Mondonico

Emiliano Mondonico, ex allenatore della Fiorentina, parla così a Lady Radio: “La Fiorentina non ha un’anima e quando è così l’importante non è mai vincere ma partecipare. L’anima purtroppo non si compra al mercato, o si ha o non si ha. Ogni partita bisogna scendere in campo con la grinta per vincerle tutte. La differenza tra la Juve e le altre squadre è che loro hanno un’anima e le altre no”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Quando la squadra xro vinceva l’anima l’aveva???? Ma per favore ora tutti bravi a criticare la squadra che per 6 mesi ci ha fatto sognare…se non sono arrivati i rinforzi era chiaro che la squadra scoppiava non avendo avuto mai crisi nei primi sei mesi…e secondo me erano già cotti prima della partita col Napoli ma avendo ancora il terzo posto in mano la testa e la voglia di fare risultato facevano tirare fuori ogni briciola di forza che ognuno aveva…vedi il Leicester più che il traguardo si avvicina più sono imbattibili…la testa comanda il corpo!!!

  2. Mondonico a ragione la penso come lui.

  3. Io l’ho sentito prima e sono d’accordissimo con lui!!!! Grande mondo!!!!

  4. L’anima di una squadra nasce prima di tutto dal senso di appartenenza. Io Melo ricordo il suo Toro, tanta gente che veniva dal settore giovanile, gente con “il cuore Toro”. Una proprietà povera ma umile. I derby, spesso li vincevano loro, proprio in virtù di quell’anima. Qui abbiamo una società arrogante, che sa parlare solo di soldi, che considera il calcio un hobby, che l’anima viola la stà lentamente uccidendo per sostituirla con un algida patina di nulla.

  5. Attento Mondo qui imperversa la sporca dozzina, ti bolla subito come gobbo!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*