Mondonico: “Nel calcio di oggi i meriti dell’allenatore si riconoscono nella fase difensiva. E basta con questa moda dei giovani: o sono forti o non ne vale la pena”

Emiliano Mondonico è intervenuto a Radio Blu: “La nuova Fiorentina? E’ molto più difficile nel calcio di oggi insegnare la fase difensiva rispetto a quella offensiva e per questo vanno fatti i complimenti a Paulo Sousa. La difesa deve essere costruita dall’allenatore e da lì si capisce il valore del singolo tecnico. La fase offensiva è la conseguenza della fase difensiva, il miglior attacco è la difesa. Salah a Roma è criticato ma lui è abituato a ripartire in contropiede e per questo adesso trova difficoltà. I due centrali di difesa che giocano in squadre poco organizzate sono quelli che soffrono di più. Ora c’è questa moda dei giovani, ma qualcuno si dimentica che c’è chi è pronto a 18 anni e chi a 23: dunque ritengo che non devono giocare solo perché sono giovani ma perché se lo meritano. Sarà perché sono un vecchio catenacciaro, ma io uno come Mexes me lo terrei sempre stretto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Abbiamo squadre con in rosa 15-20 stranieri e almeno il 50% di questi sono scarsi o cmq nn valgono le cifre spese x prenderli e nn meritano nemmeno i loro lauti stipendi.
    Di fatto chiudono gli spazi ai ns giovani.
    Mondo è stato giocatore, si è mai chiesto che carriera avrebbe fatto se avesse giocato oggi???
    Io dico che lui e molti altri sarebbero finiti in Lega pro o al max in serie B e gli sarebbe andata anche di lusso.

  2. ha ragione.

  3. A parte che di giovani in Italia non ne vedo giocare, un esempio di quello che manca alle squadre italiane sta nella partita della Lazio: all’estero le squadre corrono e pressano, se non sei organizzato e veloce a far girare palla hai poche possibilità e se subisci continuamente per quanto sia organizzata la difesa prima o poi prendi gol.

  4. Moda dei giovani…..?
    Resisti Mondo, tra un po’ rinfresca e si ragiona meglio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*