Questo sito contribuisce alla audience di

Montella: “A questo punto non so se convenga dire la propria agli arbitri, ma noi siamo troppo nervosi. Alla fine ho protestato perché…”

MontellaPacosVincenzo Montella e una partita tumultuosa quella della sua Fiorentina contro il Parma: “Abbiamo fatto una grande prestazione nel primo tempo. Semplicemente dispiace per avere perso due giocatori, dobbiamo essere più bravi a controllarci. Abbiamo avuto una grande reazione anche in dieci contro un avversario difficilissimo. Io non ho protestato oggi quasi su niente ho pensato che fosse obbligatorio il saluto a centrocampo a fine gara, ho saputo dall’arbitro che invece non era così, semplicemente questo. Mi è venuto a salutare negli spogliatoi e ci siamo chiariti. Abbiamo fatto veramente un grande primo tempo, ma non siamo stati risolutivi, né cinici negli ultimi metri. Ci siamo man mano innervositi, ma con tenacia, forza e volontà abbiamo riacciuffato il risultato. Gomez? Si è battuto, eravamo uno in meno quando l’ho inserito. Pian, piano deve trovare la forma, è di stazza grande e ci vorrà un po’ di tempo per riprendersi. Non so se convenga dire la propria, perché talvolta è peggio. Sembra quasi un testa a testa tra categorie, mentre io credo che ci voglia più collaborazione, tra arbitri, giocatori e chi gestisce gli arbitri. Non siamo nemici. Dobbiamo essere meno nervosi, i miei si sentono vittime, a torto poche volte, a ragione in molte circostanze. Borja Valero oltre ad essere un grande giocatore è anche un giocatore corretto…”.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

14 commenti

  1. Sono, e sanno si esserlo, una casta di intoccabili, bisogna che qualcuno imponga alla figc di adottare o la moviola in campo oppure un meccanismo meritocratico come dice Luca; se non lo fanno commissariare AIA, figc Coni e via di seguito.

  2. Per contrastare l’arroganza, la scarsa qualità e la faziosità degli arbitri bisognerebbe che fosse istituita (magari promossa dalla Lega) una graduatoria degli arbitri creata con i punteggi che le squadre dovrebbero rilasciare sugli stessi dopo ogni partita di campionato. Gli arbitri scarsi avrebbero giudizi negativi da tutti e quelli imparziali almeno dalle società danneggiate. Il meccanismo, per avere efficacia, dovrebbe prevedere alla fine del campionato la retrocessione dei 5/6 peggiori nella serie inferiore e la promozione dei migliori direttori di gara dalla B alla A. Se arbitrare in una serie o nell’altra comportasse anche importanti differenze di emolumenti, probabilmente gli arbitri si sforzerebbero finalmente di migliorare e di essere meno imparziali. Gli arbitri, per essere realmente indipendenti, devono essere giudicati da coloro che loro giudicano sul campo.
    Con l’autoreferenzialità invece possono permettersi qualsiasi mancanza di qualità e di correttezza senza alcuna conseguenza.

  3. D’accordissimo con Montella.Una cosa voglio aggiungere: Diakitè è stato un ingenuo.

  4. Voglio Ambrosini in campo…. Avremo meno palleggio, ma sicuramente difficilmente prendiamo gol, prendiamo meno contropiedi , in mezzo lui fa legna e noi ne abbiamo maledettamente bisogno….

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*