Questo sito contribuisce alla audience di

Montella: “Abbiamo regalato a tutti una piccola gioia, che speriamo diventi grande. Gomez? Se ce ne fosse stato bisogno l’avrei fatto giocare”

Vincenzo Montella a fine gara, non nasconde la sofferenza patita durante la serata: “Sicuramente ci ha messo molto più in difficoltà quest’oggi che all’andata. Nei 180 minuti dico che la qualificazione è meritata. Abbiamo regalato una piccola gioia, che speriamo diventi grande al pubblico di Firenze. Oggi è una vittoria della volontà e del gruppo. Gomez? Lui sicuramente ci sarà per la finale. Oggi l’ho portato perché se ci fosse stato bisogno l’avrei utilizzato negli ultimi minuti. Peccato per Cuadrado che non ci sarà nella finale. Non abbiamo subito gol e contro una grande squadra, secondo me la Fiorentina è cresciuta moltissimo dall’inizio della stagione. Forse la Coppa Italia era il nostro obiettivo primario, ci tenevamo tutti. Giocare una finale è sempre bello, poi ci garantisce di giocare l’Europa League. Neto ha grandissime potenzialità ancora inespresse, sono felice per lui e per il fatto che abbia avuto una serata di gloria. Per me può crescere ancora molto, sotto tanti aspetti. Tra i pali è fortissimo, quasi insuperabile”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. una sola cosa please! grande neto ma bloccare la palla anche nei tiri piu semplici?? no eh?……sta crescendo ma non mi convince del tutto!!

  2. Onore ai vinti, Udinese grande squadra, ma la Viola è meglio.
    Oggi conosceremo il nostro avversario. Un bel 3 a 2 per il Napoli e poi supplementari.
    Napoli stanchissimo in campionato e, chissà…..

  3. Sempre stato un suo grande estimatore e siamo soltanto all’inizio, grandissimo Montella che ha sempre creduto nelle doti di questo ragazzo che sono immense.

  4. Basta però, con Neto, non cambiare idea ogni 90 minuti, eh cari tifosi ad intermittenza?!

  5. Neto altri dieci anni a Firenze..spero, rinnovare contratto subito.

  6. Siccome mi ritengo un Tifoso Viola come vedete con la T maiuscola, avendo gioito e quasi pianto per la Viola per quasi 60 anni, vorrei fare un appunto, sul fatto che dopo aver segnato il primo gol ogni volta che usciva il pallone passavano diversi secondi prima che ne arrivasse un altro, o addirittura ce n’era solo uno, secondo me non è stata una cosa molto sportiva e difatti l’arbitro (non molto all’altezza secondo me) ha dato 6 minuti di recupero, cosa che non ci sarebbero stati.

  7. marcolucania1973

    D’ACCORDISSIMO. SE MIGLIORA NELLE USCITE, NETO DIVENTERÀ SICURAMENTE IL MIGLIORE PORTIERE DEL MONDO. SENZA SE E SENZA MA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*