Questo sito contribuisce alla audience di

Montella e la presunta clausola. L’allenatore usa l’arma dell’ironia: “Chiederò a mio cugino…”

MontellaprofiloLa notizia, smentita, dell’esistenza di una clausola particolare nel contratto di Montella, ha animato il pomeriggio di ieri. A destabilizzare l’ambiente ci ha pensato Emanuele Montella, cugino del tecnico, annunciando la possibilità da parte sua di potersi liberare dal contratto sottoscritto con la Fiorentina, qualora avessero chiamato squadre che fanno la Champions League. L’allenatore viola ha usato l’arma dell’ironia per rispondere a questa affermazione: “Di Emanuele Montella c’è mio fratello, mio figlio di 7 mesi e non credo proprio che sia stato lui a dire certe cose e c’è anche un mio cugino che fa il medico. Mi risulta strano che sia andato in tv a parlare, perché lo conosco bene. Non c’è nessuna clausola sul mio contratto, comunque ora chiederò a mio cugino che, evidentemente, ne sa più di me in merito”.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. E’ VOSTRA LA NOTIZIA MA E’ PRESENTATA MALE———————————————Scrive Beha: “A Marassi domenica è andato -pare- un solo tifoso del Pescara, già quasi retrocesso. Uno solo, nello stadio di quelli che “si dovevano salvare”. Bene, tenetevi forte, e che la cosa rimbalzi nelle sedi deputate altrimenti vorrà dire che l’omertà mediatica ricopre come sempre tutto l’ambiente, stampa tifosa e mercantile compresa (in effetti nessuno ne ha parlato di questo pezzo e delle notizie in esso contenute, tranne noi ndr). Domenica mattina, a poche ore dall’inizio di Genoa-Pescara, ero a vedere a Roma una partita di dilettanti. In tribuna parlando del campionato un signore assai distinto si è rivolto al vicino di posto e tra un “Ma ancora ce credete?” e un “Ma nun lo vedete che sta a succede’?” ha sentenziato distillando le frasi chiarissimamente: “Oggi a Genova non c’è partita, l’accordo è che entro il primo tempo deve segnare Sculli, poi tutto regolare, il Genoa ne fa tre o quattro” aggiungendo “ma sì, Sculli, che stava al Genoa, che l’anno scorso ha trattato con gli ultras, Sculli, il nipote di un boss della ‘ndrangheta…”. Capita l’antifona? Calcio pulito e trasparente, il calcio in cui non parla nessuno peggio che per le associazioni mafiose come si è trovato a commentare negli ultimi anni più di un sostituto procuratore indagando sulle scommesse e le partite truccate”. Sculli e il Pescara, pesanti dubbi vengono lanciati dal giornalista e a rivedere quello che è successo ieri……………..
    ANDREA LEGGILA ANCHE TE……CHE PAGHI VERAMENTE.

  2. Caro Montella un ci fa lo scherzo che hai fatto col Catania………

  3. a parte il fatto che non vedo nessuna faccia signorile in De Laurentis, mi sembra piu’ un guappo impomatato, ma a me questa notizia non da’ nessuna noia e, penso che possa anche essere vera, che male ci sarebbe, meglio mettere per scritto quello che Prandelli volendo decidere, fece di nascosto con Bettega; ….se i Della Valle si contentassero di quest’anno e volessero andare in folle con la velocita’ acquisita…..Vincenzino non ci starebbe e prenderebbe altre strade. Se Andrea ha ancora fame ci divertiremo

  4. Ancora un paio di anni e napoli grazie a delaurentis fara la fine che il cialiero zamparini ha fatto fare al palermo

  5. De Laurentiis ha ottimi rapporti con Della Valle sono sicura che se sta cercando di convincere Montella è perchè sono stati i fratellini a dargli il via libera…e cmq ripeto Montella al massimo resta un anno…..

  6. Scusate mi sono perso cosa ha detto il cognato della sorella della moglie di suo cugino. Cosa non si fa per avere un briciolo di visibilità.

  7. Giuliano, Viola Club Gruppo Ciociaro

    PRIMA O POI IL GRANDE SCHIFO CHE E’ NEL MONDO DEL CALCIO SARA’ RIDOTTO AI MINIMI LIVELLI (ed è riferito a tutti e a tutte le squadre del mondo). Quanto squallore (tutto e solo in funzione di denaro, potere e vanità) !!!!
    FORZA VIOLAAAAAAAAAA !!!!!!!

  8. Gioco sporco maturato nell’ambiente napoletano. Attenzione: dietro la facciata di signorilità De Laurentiis è spregiudicato.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*