Questo sito contribuisce alla audience di

Montella: “Guidolin si è arrabbiato per un calcio d’angolo…francamente è stato troppo anche per me”

MontellaJuventusTorna sullo screzio avuto con Guidolin l’allenatore della Fiorentina, Vincenzo Montella, spiegando il perché sia accaduto: “Ero arrabbiato con lui, ma ci siamo chiariti. Ha avuto modo di sindacare su un calcio d’angolo, mentre noi non lo abbiamo fatto su episodi più importanti. Francamente ci è sembrato troppo”.

Foto: Paolucci/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

26 commenti

  1. secondo me da domenica prossima faremo un filetto di vittorie proprio come nel girone d’andata che ci porteranno in champions League! tanto la lazio giocando come gioca ora perderà qualche partita, vince soltanto per favori arbitrali o per fortuna. l’unica vera antagonista è il Napoli. Quindi domenica dobbiamo vincere per riprendere il treno champions e il nostro imperativo ora è: VINCERE!!!!!!!!!!!!!!

  2. Mi displace perche sono d’accordo con te sinistro viola 1) Mai visto una viola che gioca questanno anche meglio del 81. Francamento come organico e gioco di squadra piu forte de quella di bat-rui-edmundo. l’occassione l’abbiamo addesso e dobbiamo rinforzare con una Vera punta non larrondo .con el-hamdoui in Africa e Toni non Basta. 2) Un vice pek e di obligo .migliaccio non a le piedi per fare quel roulo . d’agostino era disponible. se non facciamo qualqicosa di concreto fin il 31 … Arriveramo 8-9 posto.

  3. Il mese di gennaio é sempre stato quello decisivo e, ancora una volta, ci siamo fatti trovare impreparati..al 31 i rinforzi potrebbero non servire piú e, sia col Pescara, che con l’Udinese, una punta ed un centrocampista di peso avrebbero fatto comodo..se pensiamo che la squadra puó andar bene cosí vuol dire che anche il prossimo anno rischiamo di vedere l’Europa in tv…per fare punti in questo campionato marcio la viola deve ogni domenica giocare al 2000% e non basta…giocare meglio degli avversari e non vincere ed essere pure messi in discussione dai media é mortificante e forse mi fa ancora piú male delle sconfitte a seguito delle scialbe prove degli ultimi anni…oggi la partita andava chiusa prima dell’ennesimo scippo ed in questo un mea culpa, anche della societá, é il minimo che ci si puó aspettare..un vice pizzarro che la butta dentro da fuori area ed una punta da 20 gol a stagione mancano come il pane non bisogna essere degli scienziati per capirlo…nessuno pretende dei top player, ma i ruoli sono scoperti e buttare all’aria tutto per risparmiare é il rischio che si é corso l’altr’anno quando si prese amauri (Larrondo), Oliveira (cruzado) e ci sfumó tra le dita El Hamdoui (Wolski)..la veritá é che il Milan stasera sale a due punti la Roma é a tre (e mercoledí viene al Franchi…) e l’Udinese risale…che Montella dica che si giochi bene é pura veritá come quella che a giocatori come Seferovic o Romulo ne preferirebbe di piú forti…non siamo inferiori a nessuno (é la prima volta che succede dall’81) e veder perdere il treno che non credo ripasserá, se non tra altri 30anni…va bé speriamo che sia solo un cattivo pensiero…FORZA VIOLA

  4. Mi domando……Romeo se e’ capace di essere onesto con se stesso nel silenzio della sua camertta si dira’: “che grande **** sono stato oggi!”
    Io una nuova occupazione sarei in grado di consigliarlela: asciugare stanghe di ghiaccio…..lavorino fresco e duraturo!

  5. Dico prima dell’incontro Sampdoria- Milan che la partita la faranno vincere al Diavolo….diavolo la squadra e diavolo il suo presidente. Con le chiacchere non si compiccia niente, la proprietà deve intervenire con vigore e decisione minacciando anche di ritirare la squadra dal campionato per protesta contro i padroni del palazzo e i suoi amici…dico Lazio? Noi per vincere il campionato occorre costruire una squadra come quella del 55/56, oppure deve accadere che alle prossime elezioni la gente tolga i corrotti e i Berlusconiani dalle …..!!!! Di due uno, altrimenti a Firenze non ci sarà mai lo scudetto.

  6. Dice un proverbio versiliese: “Chi un piange un *****!”

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*