Montella: “La Fiorentina non mi sta stretta, magari siamo arrivati più velocemente di quanto pensavamo alla fine del percorso”

Montella PalermoA Sky Sport Vincenzo Montella parla così: “Oggi è stata una fatta una grande partita, con poca continuità rispetto al passato. A fine campionato siamo stanchi a livello nervoso, al squadra ha avuto sussulto più del Palermo, ha meritato la vittoria e questi tre punti ci proiettano in una posizione interessante. C’è anche una piccola speranza di agganciare il Napoli, un quinto posto da conquistare, per cui il nostro campionato non finisce oggi. Rimpianti? Ogni squadra, se si analizza, ha i suoi rammarichi, io credo che i punti che si hanno sono quelli meritati. Noi abbiamo fatto il massimo sempre, senza snobbare nessuna competizione, in determinati momenti anche per sfortuna, vedi Verona, abbiamo perso punti in campionato. È inutile fare questi discorsi perché sarebbe autolesionistico. Fine ciclo? Bisogna fare delle valutazioni, c’è da capire se ci sono le basi per continuare, nel massimo del rispetto reciproco, perché magari siamo arrivati più velocemente di quanto pensavamo al termine del percorso. La società conosce ogni mio pensiero e bisogna capire se c’è entusiasmo da parte mia e loro per continuare insieme, a prescindere dai contratti. Se voglio salto di qualità? Io posso allenare anche squadre meno blasonate della Fiorentina, a condizione che possa crescere. Non mi sento un allenatore migliore rispetto al livello che la Fiorentina mi può offrire, anzi. Non è vero che la Fiorentina mi sta stretta, sono orgoglioso di allenare questa squadra ma il discorso è diverso. Rendimento di Gomez? Gomez è un calciatore importante per storia e per quanto ha fatto, credo che quando giochi con la forza come fa lui si abbia bisogno di stare bene fisicamente. Lui non è stato bene e ne ha risentito. Ci aspettavamo cose diverse da lui ma non gliene dobbiamo fare una colpa esclusiva. Oltretutto non ha mai avuto Rossi accanto”.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

18 commenti

  1. Insisto. Le argomentazioni di Montella sono un’esca per gli ingenui. Questa squadra con tre innesti giusti può continuare e vincere. Ma Montella è in grado di proporre qualcosa di nuovo oltre il titikaka ? Lui soffre della sindrome Conte . E allora carica l’amo con la storia del ciclo ( come Conte che se ne va perché non gli comprano Cuadraro) perché sa che dicendo che le mie ambizioni sono superiori a quelle della società , molti , troppi , tutti abboccheranno abbracciando entusiasti la sua tesi. Tutti la vogliamo migliore la nostra Fiorentina.ma Riflettiamo ; che dovrebbero dire a Roma a Milano a Napoli ecc.ecc. ? Perché non ci dice invece che forse la preparazione ,con tutti quegli infortuni ,dovrebbe essere aggiornata? Che forse un pizzico di mordente in più anche ai giocatori tecnici potrebbero essere inculcata come necessaria? Perché non riflette sui troppi punti persi in casa dove ormai le piccole squadre sanno che è facile fare punti serrando la difesa? Ma sopratutto non sarebbe il caso di accettare con più umiltà le rare e giuste critiche ricevute sopratutto dai tifosi i quali lo hanno portato in trionfo quando ha fatto bene ? Insomma vogliamo dirglielo a questo napoletano : Acca nissuno è fisso ? . Se è dopo aver fatto queste riflessioni e i DV promettessero di farli e bene , questi tre o quattro acquisti Montella decidesse di restare io ne sarei contento.

  2. L’unica squadra dove i cicli finiscono senza mai vincere niente.! Noi tifosi dovremmo prendersela molto di piú con questa proprietà che parla di progetto ma che in concreto non fa niente per alzare l’asticella.

  3. In un mondo di gente che mente in continuazione per interesse personale Montella dice quello che pensa, e secondo me ha anche ragione. Se un professionista ha la legittima ambizione di vincere qualcosa deve lasciare Firenze. Altrove può riuscire o no, ma a Firenze non vincerà mai, perché Firenze è una piazza perdente per vocazione.

  4. ma guarda un pò cosa debbo sentire uscire dalla bocca di questo incompetente che m’ha fatto disgustare il calcio e che è riuscito a farmi ********* pure oggi con l’uscita di salah!!!lo fa giocare punta e poi pretendeva che tornasse in difesa!!ma è roba da pazzi e qualcuno lo vorrebbe pure pure confermare!!!!!

  5. che uomo di m…….

    avanti viola

    NOI SIAMO LA FIORENTINA

  6. Cisko 73 te hai la verita in tasca.
    Ci sono vari modi di difendere un gruppo, uno potrebbe essere quello di prendersi addosso tutte le responsabilità Cosa che il buon Vincenzo non ha mai fatto. I grandi allenatori fanno cosìmourinio docet.Ventura idem Sarri porta in ritiro l’Empoli già salvo. Montella ha dato colpa ai tifosi alla dirigenza a Gomez ma lui no…
    vaia

  7. Perdere Montella vuol dire ricominciare da zero un’altra volta. Abbiamo giocato tre anni senza attacco. Meditate quanto può essere stato bravo questo allenatore. Sempre forza Viola.

  8. Oggi per la prima volta dopo averlo sostenuto in pieno e apprezzato in tutto voglio proprio dirglielo ma vai ……

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*