Montella: “Mi preoccupa la testa dei miei giocatori, c’è bisogno di nuove motivazioni. Non ci aspettavamo di uscire dalla Coppa e questo…”

MontellaGenoa2L’allenatore della Fiorentina, Vincenzo Montella, a Sky consegna la sua analisi della partita e le sue preoccupazioni per il momento che sta vivendo la squadra: “Una brutta sconfitta, ho visto poca anima in campo e la cosa mi preoccupa un po’. Ma ancora è tutto aperto. Gomez non l’ho messo all’inizio, ma solo per scelte riguardanti questa partita, perché volevo tenere il pallino del gioco. Abbiamo regalato il primo gol al Napoli da un nostro fallo laterale. Le spiegazioni a queste sconfitte vanno cercate, ma certamente non sono dovute ad un aspetto fisico, perché non può esserci un calo in quindici giorni. Forse è un problema di tipo mentale, non ci aspettavamo di andare fuori dalla Coppa Italia ed è un errore anche questo. Ma non possiamo perdere la testa perché abbiamo ancora alcune partite importanti davanti. La battuta d’arresto con la Lazio era prevedibile e ci stava, ma ora mi preoccupa la testa perché ho visto in questi cinque-sei giorni una squadra diversa, che ha bisogno di motivazioni. E non dobbiamo perdere le sicurezze che ci hanno concesso di dare qualcosa anche di più dei nostri valori in passato. Neto? Sta bene e ha avuto pochissime settimane di sbandamento dopo l’uscita della notizia che non avrebbe rinnovato il contratto. Non ho preclusioni verso nessuno e lo valuto per quello che vedo. Il gol di Higuain non dato? Me l’hanno detto, non l’ho visto, ma non è stato influente per il risultato, per cui se ne parlerà meno. Un errore dopo un tiro a questa velocità ci può stare”.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

31 commenti

  1. oltre alla testa dei giocatori ci vuole la testa del mister e se viene messa in campo una formazione del genere i risultati non possono essere che questi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*