Questo sito contribuisce alla audience di

Montella: “Noi siamo come la Juventus di Conte”

MontellaTorino“Noi come la Juve” un paragone che può stonare se detto a Firenze, ma sicuramente un complimento fatto da Vincenzo Montella nei confronti dei propri giocatori. “Mi piacciono personalità e convinzione della squadra – ha detto il tecnico della Fiorentina – Una squadra che vuole a tutti i costi il risultato così come ci ha insegnato nel corso degli anni la Juventus di Conte, che aspettava gli altri e capiva i momenti della partita. Questo è un processo di crescita, non una cosa arrivata per caso”.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. potevamo essere più grintosi e cattivi anche nel primo tempo, nel secondo pur non arrivando spesso alla conclusione, si è percepito il cambio di passo: si voleva vincere!!

  2. Nonostante l errore, di cui si è ampiamente preso le colpe, è stato davvero bravo ha letto la gara con in mezzo gli infortuni davvero da allenatore di grande esperienza

  3. Questa squadra, con una condizione atletica normalmente brillante, può e deve giocarsela con tutti (in serie A)…..Speriamo davvero che Montella prenda spunto dalla Juve di Conte, tanto antipatico quanto forte, e che completi il suo percorso di crescita…..Già il fatto di aver ammesso l’errore madornale ,nel caso della mancata sostituzione di Tomovic, è un buon viatico…..FV!

  4. Ispirarsi ala Juve di Conte (naturalmente si parla a livello di gioco) è QUASI IL MASSIMO!

    Bisogna ammettere che i gobbi negli ultimi 4 anni in casa (tra Campionato, Champions,Europa League e Coppa Italia) hanno perso SOLAMENTE 4 VOLTE!

    Hanno perso 4 volte in 4 anni in casa su 95 partite disputate in tutte le competizioni!

    Numeri da brividi!

    Se riuscissimo a trasformare in casa la Viola più o meno così saremmo da obbiettivi importanti sempre!

  5. Magari un po’ piu’ simpatici e onesti…

  6. Montella lo aveva già detto l’anno scorso che si ispirava alla juve di Conte

  7. Siamo forti, e Lo diventiamo sempre di più e senza gli arbitri a differenza dei ladri.. pensiamo a una partita alla volta e non poniamoci limiti come ha detto Diamanti. Il terzo posto è a 3 punti e il secondo a 6… Non pensiamo agli altri ma ricordiamoci che è tutto nelle nostre mani anche per un secondo posto volendo

  8. ha battuto i capo….

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*