Montella va a vedersi un potenziale rivale di Kalinic, già cercato ai tempi della Fiorentina

Si è parlato ultimamente anche di un certo interesse da parte del Milan e di Vincenzo Montella nei confronti di Nikola Kalinic, con il croato che presumibilmente chiederà di essere ceduto a fine stagione dopo aver detto no ai soldi della Cina a gennaio. Il tecnico rossonero però, è attivo su più fronti e, forte del recente passaggio di proprietà, ha puntato gli occhi anche su Pierre Emerick Aubameyang, bomber in uscita dal Borussia Dortmund e cresciuto proprio nel Milan. La Fiorentina lo cercava, in alternativa a Mario Gomez, quando Aubameyang stava ancora esplodendo col Saint Etienne ma poi la trattativa col tedesco andò bene e solo col senno di poi possiamo giudicare quale affare fosse preferibile allora. Ieri sera Montella era presente nel Principato per assistere a Monaco-Borussia Dortmund e chissà che non abbia già fatto la sua scelta per l’attacco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Montella adorava Gomez, e lui lo ha voluto a Firenze. Che non fosse compatibile col suo calcio, ma diciamo pure con la squadra che aveva a disposizione, lo ha capito solo dopo due anni, il genio Montella. Montella è bravo, ma non più bravo di tanti altri, ha solo avuto occasioni migliori di altri. Fare peggio di quello che ha fatto Montella alla Sampdoria non è facile. Ecco le parole di Montella, 8 Luglio 2013:

    Un simpatico retroscena è stato svelato da Ernesto Poesio, giornalista del Corriere Fiorentino, che durante il collegamento a Radio Blu ha ricordato un aneddoto simpatico su un’intervista rilasciata mesi fa dal tecnico gigliato. Alla domanda sul quale fosse il suo sogno proibito, l’Aeroplanino aveva risposto: “Posso osare? Allora Mario Gomez o Rooney, ma forse più il tedesco”.

  2. Ma quale senno di poi! Lo sapevano anche i sassi che Gomez non era compatibile con il calcio di Montella, perciò si trattò di INCAPACITA’.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*