Montolivo: “I social danno voce agli imbecilli. Il tifo fa perdere lucidità”

Montolivo in una fase di riscaldamento. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com
Montolivo in una fase di riscaldamento. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

L’ex centrocampista della Fiorentina, ora al Milan, Riccardo Montolivo torna a parlare di chi l’ha offeso sul web e della sua reazione di segno opposto (“una carezza a chi mi ha augurato la morte, con l’augurio che la vita riesca a farvi crescere in educazione e rispetto dell’essere umano” ndr): “Mi è venuto spontaneo – ha detto Montolivo a La Repubblica – Nell’ultimo periodo si è esagerato. E i social, come disse Umberto Eco, hanno dato voce agli imbecilli. Internet è un mondo senza regole”.

Ma Montolivo ha preso insulti non solo su internet: “Allo stadio entra in gioco il campanilismo – prosegue – il tifo fa perdere lucidità e i social diventano una valvola di sfogo contro sportivi e personaggi pubblici. Io li uso per informarmi e per i contatti perché l’età mi permette di gestirli. ma ai più giovani consiglio di farsi seguire da professionisti della materia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

14 commenti

  1. Andato a milano x vincere :
    Missione fallita con tanto di fischi di disperazione da parte dei tifosi rossoneri.

  2. Bravissimo Re Leone!

  3. A volte le parole di un ……… hanno una grande eco come succede per diversi giocatori di serie a . Fai festa tontolivo.

  4. Ciccio, rientra tutto nel lauto stipendio che porti a casa. Prima, quando nn c’era Internet, i calciatori venivano insultati in campo e rincorsi fuori. Il sig. Berti, che fece una sceneggiata analoga alla tua, gli ultras seli ritrovò a coverciano e fece una figura da pellaio che ancora sela ricorda mezza città.
    Gli imbecilli a cui fai riferimento te, son gli stessi che ti campano e che finanziano il carrozzone che ti gira attorno.
    Probabilmente quello che deve crescere e imparare ad analizzare i propri comportamenti sei te. Nella vita, ad ogni azione corrisponde una reazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*