Mura: “Almeno a Firenze per quattro mesi un bel calcio l’hanno visto”

Esultanza Udinese

Il caporedattore dello Sport de La Repubblica, Gianni Mura, scrive stamani su quello che ci resta del campionato di Serie A che si è appena chiuso. Nel suo editoriale leggiamo: “Il Napoli è stato l’avversario più forte (per la Juventus ndr) e continuo, in una stagione che ha visto cinque formazioni diverse al comando: Inter, Fiorentina, Roma, Napoli, Juve. Già questo è un segnale positivo”. Poi aggiunge: “Un altro anno, e non è un cortese omaggio di Pallotta. Totti se l’è meritato sul campo, come fanno i campioni, anche non di primo pelo. E per una volta la voce del tifoso e i mendicanti di bellezza sono d’accordo. Non a caso sabato gli unici applausi dei tifosi milanisti sono stati per El Shaarawy, perduto, e per Totti, bramato e mai avuto. A Firenze, almeno per quattro mesi, un bel calcio l‘hanno visto. A Milano no. Da Sacchi a Capello ad Ancelotti la forza è sempre stata lo spogliatoio forte e unito, con giocatori di temperamento. Non c’è più, e si vede. Berlusconi di recente non ne ha azzeccata una (Brocchi incluso)”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. A noi del bel calcio per 4 mesi non interessa una beata mazza. A noi interessa vincere, anche se con i fratelli monozidioti sono 15 anni che non accade

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*