Questo sito contribuisce alla audience di

MUTU E IL RITORNO ALLA FIORENTINA: PRO E CONTRO DI UN’IPOTESI AFFASCINANTE. Dite la vostra

MutuIl campione che faceva la riverenza alla curva. Questo è Mutu nell’album dei ricordi dei tifosi viola. Un gol, un inchino. Ed è successo 69 volte. Giocatore strepitoso quando era in forma. Capace di coniugare classe, astuzia, potenza, visione di gioco. Qualche colpo di testa di troppo fuori dal campo, questo il suo maggior limite. Sono trascorsi quasi quattro anni dalla sua ultima apparizione con la maglia della Fiorentina. Nel calcio è passato remoto. Eppure è un passato che potrebbe bussare alla porta tra pochi mesi. L’infortunio di Rossi e i dubbi sulla tenuta fisica di Gomez hanno trasformato la suggestione in un’ipotesi precisa. Adrian Mutu di nuovo ad inchinarsi di fronte alla Fiesole da gennaio. In fondo ha “solo” 36 anni (li compirà l’8 gennaio prossimo), un bimbo rispetto a Totti. Fisicamente dicono sia in perfetta forma. Mentalmente dipende da lui. Ed è ciò che può fare la differenza.
Ma alla Fiorentina servirebbe un “Mutu2 – la vendetta”? vediamo i pro e i contro di una possibilità che sta alimentando il dibattito fra i tifosi (a tal proposito potete dire la vostra commentando questa notizia).

I pro
Esperienza – Ne ha da vendere, sia del campionato italiano che sul piano internazionale. Non dovrebbe avere problemi di ambientamento.
Classe – E’ indiscutibile. E’ capace di colpi spettacolari, mai fini a se stessi. Eleganza e concretezza.
Feeling con i tifosi – I tifosi viola lo hanno sempre amato (non a caso lo chiamavano “il fenomeno”) e lui li ha ricambiati con grande trasporto.
Gol e assist – Ha il fiuto del gol ma anche e la generosità dell’ultimo passaggio: caratteristiche che alla Fiorentina, in questa fase, non abbondano.
Personalità – In campo non si fa intimidire, anzi è lui che può mettere a disagio l’avversario.

I contro
Età – A 36 anni lo scatto e il dribbling non possono essere più scintillanti come a 25.
Memoria – A Firenze tutti ricordano le sue giocate da applausi. Il confronto col se stesso di quattro/cinque anni fa potrebbe risultare impietoso.
Fase calante- Dopo la Fiorentina ha giocato con Cesena, Ajaccio, Petrolul: senza mai entusiasmare.
Concorrenza – Come verrebbe preso il ricorso ad un quasi pensionato da parte delle nuove leve (Babacar, Bernardeschi)? Potrebbe suonare come mancanza di fiducia nei loro confronti.
Personalità – E’ uno che all’interno dello spogliatoio “pesa”. E’ un leader. A qualcuno potrebbe fare ombra.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

89 commenti

  1. Invece io sono totalmente favorevole pensando anche al bilancio dell fiorentina e per quanto riguarda il monte ingaggi.E vi spiego perche’: SE A GENNAIO PRENDIAMO MUTU, IL SIG. ILICIC POTREBBE PARTIRE AD UNA CIFRA ANCORA BUONA, LIBERANDO UN INGAGGIO ONEROSO, VISTO CHE QUESTO SIGNORE LA PORTA LA VEDE POCO ,VEDI EUROPA LEAGUE E COPPA ITALIA, E AVREMO UN GIOCATORE CON POCHE PRETESE CON UN INGAGGIO INFERIORE CHE ALL’OCCORENZA LA PORTA LA VEDE ..ECCOME SE LA VEDE !!!!!

  2. Max 77… Gomez è un mezzo TEDESCO e un mezzo SPAGNOLO…quale delle 2 parti ha come DOMINANTE??????

  3. Per carità diddio rimanga pure dov’è.

  4. Da quando ci sono gli editoriali di Matteini , Magik e’ scomparso.
    Sono la stessa persona?

  5. Ma siamo fuori di testa, ci voleva anche questa butade …..

  6. Lo ringrazio per quello che ci ha dato, ma resti pure dov’è.

  7. “NON E’ UN CONCRETO RISCHIO MA UNA CONCRETA CERTEZZA” …………………….. DITEGLI DI RESTARE DOE E’ ORA, OVUNQUE LUI SIA. E’ STATO UN GRANDISSIMO, QUANDO ERA IN GIORNATA ERA IMPAREGGIABILE, MA NON SI VIVE DI RICORDI NOSTALGICI SE VOGLIAMO VINCERE QUALCHE COSA…. O NO?!?!

  8. DI MINESTRA RISCALDATA C’E’ SOLO LA RIBOLLITAAAAAAAA!!!

  9. caro max 77, grazie per le tue puntualizzazioni, e’ chiaro che dentro di me spererei di rivedere quel grande campione che abbiamo ammirato tante volte, ma come recita l’articolo di testata bisogna fare i conti con l’eta’ e con un lento naturale calo mentale e motivazionale lo dimostra Cesena, Ajaccio, Petrolul. C’e’ il concreto riscchio che quando uno si rimette in gioco se fallisce , subisca una autoumiliazione ( e’ naturale )e noi una delusione – il passato non torna. Questo era il mio senso

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*