Questo sito contribuisce alla audience di

Napoli-Fiorentina, una trasferta da brividi vista da due diverse angolazioni

Zarate segna al Napoli con un tiro al volo. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Si giocherà sabato 20 maggio alle ore 20,45 Napoli-Fiorentina, partita valida per la penultima giornata del campionato di Serie A 2016/17. Una trasferta quasi proibitiva per la squadra di Sousa in cerca di punti per continuare a coltivare il sogno della qualificazione europea. Di fronte un Napoli che ha appena strapazzato il Torino e in piena lotta per il secondo posto.

Nell’ultimo turno di un campionato difficile e ricco di alti e bassi, la Fiorentina ha avuto ragione della Lazio, vincendo per 3 a 2 dopo una partita rocambolesca. Una sconfitta ininfluente per i biancazzurri di Inzaghi, ormai certi della qualificazione all’Europa League, e che rilancia le chance dei Viola per la conquista del sesto posto finale, valido per la partecipazione ai preliminari della competizione europea. Due punti rosicchiati al Milan di Montella – attualmente al sesto posto – che sul difficile campo della rivelazione Atalanta è riuscito a strappare un pari nel finale con la rete dello spagnolo Deulofeu.

Una qualificazione che passerà dalla difficile trasferta di Napoli. L’undici di Sarri è favorito dalle quote elaborate da BetStars e giocherà il big match di giornata con la voglia di strappare il secondo posto alla Roma. La Fiorentina, al momento la squadra con la quota più alta, dovrà cercare di ribaltare il pronostico e fare punti al San Paolo. Impresa che appare molto complicata, ma se c’è una squadra davvero imprevedibile quest’anno è proprio la Fiorentina, capace di alternare grandi prestazioni a sconfitte difficilmente pronosticabili.

Resta ancora l’obiettivo della qualificazione europea che la squadra di Sousa si giocherà, a meno di inaspettati rientri di un Inter sempre più in difficoltà, con il Milan dell’ex tecnico Montella. Lazio e Atalanta si sono già aritmeticamente qualificate all’Europa League al quarto e quinto posto. Ancora viva la speranza di raggiungere l’ultima posizione utile, la sesta, per una classifica che recita: Inter ottava a 56 punti, Fiorentina settima a 59 e Milan sesto a 60. A due partite dalla fine il calendario sembra favorire i rossoneri che dovranno vedersela contro il Bologna e il Cagliari – squadre che non hanno più niente da chiedere a questo campionato – mentre i toscani saranno impegnati nella trasferta di Napoli e chiuderanno la stagione in casa con il retrocesso Pescara.

Nella trasferta di Napoli, il tecnico Paulo Sousa dovrà fare a meno degli squalificati Astori e Borja Valero e del convalescente Badelj. C’è molta incertezza sul tipo di squadra e su quali uomini potrà mettere in campo il tecnico portoghese che sta pensando ad una gabbia per poter contenere l’attacco degli azzurri che in questo campionato sta facendo veramente faville.

Sarri confermerà il suo 4-3-3. In difesa rientrerà Koulibaly per ricomporre la coppia centrale titolare con Albiol. Sicuro Reina del suo posto tra i pali, i terzini dovrebbero essere Hysaj e Ghoulam con qualche chance per Strinic. A centrocampo si rinnova il ballottaggio in regia tra Jorginho e Diawara. Accanto a uno dei due giocheranno Hamsik e Allan. Davanti ancora spazio per il tridente dei “piccoletti”, Insigne, Mertens e Callejon, tutti e tre a segno nell’ultimo turno contro il Torino. In uscita dalla panchina Zielinski e Milik, sempre molto utili a partita in corso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA