Nardella: “Lo STADIO è un tormentone. Il primo posto mi fa essere più ottimista. Entro primavera ogni cosa sarà a suo posto”

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, è stato interpellato sulla questione nuovo stadio da Toscanaoggi.it: “Questo dello Stadio è un tormentone – ha risposto Nardella – Mi sono posto l’obiettivo di comunicare a Mercafir entro la fine di ottobre l’indicazione dell’area dove spostare le strutture del mercato. Questo è l’impegno, dopodiché Fiorentina potrà proseguire nell’elaborazione del progetto definitivo ed entro la primavera dell’anno prossimo avremo ogni cosa a suo posto. Sono ottimista, e il primo posto in classifica mi fa esserlo ancora di più!“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

16 commenti

  1. Generale Cambronne

    Lo stadio nuovo si farà al posto del mercato ortofrutticolo, è per questo che la Fiorentina ha preso Verdù.
    Si scherza eh!!! Forza Viola!! (e forza Verdù!)

  2. MA PER FAVORE!!!!

    SECONDO ME SIA IL SINDACO CHE I POLITICI IN GENERE DI FIRENZE DOVREBBERO CHIACCHERARE MENO ,MENO PROCLAMI,MENO DISCORSI,PROMESSE.SILENZIO E LAVORARE PER IL BENE DI UNA SOCIETA’ E DI UNA CITTA’.SONO ANNI CHE SENTO LI STESSI DISCORSI RIGUARDO LO STADIO.

  3. CHI PIU’ SPENDE MENO SPANDE. Perchè la Fiorentina deve copiare le altre società ? Secondo me per fare le cose meglio o si fa nuovo o si lascia tutto così come è. Ma i disagi degli abitanti di CAMPO DI MARTE per le partite di calcio ?

  4. CHI MENO SPENDE PUIU’ SPANDE. Ora bisogna copiare anche l’Udinese o la Juventus? Ora la Fiorentina deve copiare le altre società? I terreni ci sono per fare un impianto nuovo a NORD della pista del Vespucci dove partono gli aerei se la pista fosse stata terminata c’erano i terreni per fare la MERCAFIR con la collaborazione con American che detiene lo scalo Aeroportuale di Firenze. A nord di Castello non si trovano 15 ettari ? Tutto è vincolato ai lavori della nuova pista.Solo lo Stadio non basta

  5. Questa è la novella dello stento…

  6. BUFFONE, solo parole come fa il buon politico italiano. Ma vai a lavorare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*