Questo sito contribuisce alla audience di

Nardella: “Stadio nuovo? Lo stiamo impacchettando. Esporteremo il modello Firenze”

Pradenardella2MOENA – “Lo stadio? Lo stiamo impacchettando”. Esordisce con una battuta il nuovo sindaco di Firenze, Dario Nardella, che è arrivato nel ritiro di Moena. Poi riparte: “Ho parlato con Della Valle e mi ha trasmesso il grande entusiasmo che c’è intorno alla squadra. A parte questo uno stadio non è una cosa che si fa in quattro balletti, ma abbiamo una norma nuova, chiara, che mette paletti e dei termini. Noi siamo consapevoli dell’importanza di questo progetto. Se va tutto bene tutto partirà in 210 girni ma non dobbiamo vivere con l’ossessione della data, perché molte volte in Italia assistiamo a cantieri che si aprono ma che non sappiamo quando si chiudono. Si parte dalla Mercafir, ma la Fiorentina è così convinta di fare queste opere che è disposta pure a mettersi ad un tavolo per altre ipotesi. Non si faranno case e credo che questo sia un modello pulito, nuovo, un ‘modello Firenze’ che lanciamo. Si fanno gli stadi perché c’è bisogno dell’impianto non per fare altro. Il Franchi? Ne riparleremo, ci metteremo ad un tavolo con altre realtà. Per una città come Firenze, gestire due stadi sarà un’opera non facile. Firenze sarà l’unica città d’Italia ad avere due stadi e un solo grande club calcistico”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

15 commenti

  1. Scusa Mascetti, volevo dire l’Olimpico.

  2. Panama, il Delle Alpi non c’è più. C’hanno costruito il gobbostadion dove c era il delle alpi.

  3. Ha detto 2 stadi ed un solo GRANDE club,e mi parlate di Bari e Ancona?????

  4. Torino ha 3 stadi. Filafelfia, Delle Alpi e Gobbentus Stadium.

  5. X Toni 47,
    non è vera nemmeno la tua affermazione, ci son città x dire come Bari con 2 stadi e una sola squadra.Poi ammesso che sorgerà il nuovo stadio sarà di proprietà e non del Comune! Perciò non vedo di quale difficoltà parla il sindaco.Credo se giungerà il momento il franchi sia gia destinato ad altre attività sportive!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*