Questo sito contribuisce alla audience di

Nardella telefona a Cognigni. Arriva la motivazione dello sfogo di Diego Della Valle

Da sinistra: Maffioletti, Cognigni, Della Valle, Nardella. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Le parole dette ieri da parte del sindaco di Firenze, Dario Nardella, a commento dello sfogo di Diego Della Valle di lunedì scorso, sono state dichiarazioni di circostanza dalle quali però traspare tutta la preoccupazione per un puzzle che potrebbe ingarbugliarsi ancora. Lunedì sera ci sono stati contatti tra il sindaco e il presidente Mario Cognigni si legge sul Corriere Fiorentino, ma la Fiorentina non ha alcuna intenzione di soffiare sul fuoco e cataloga quelle dichiarazioni di DDV sotto la voce ‘sfogo del proprietario’, infastidito da critiche ritenute eccessive.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. supercannabilover

    scusa l’errore ma spero tu abbia capito il senso.. da berlusconi passando per monti letta renzi gentiloni e chissa’ quanti prima di tornare alle urne, non e’ democrazia

  2. Caro Danny se la Fiorentina è dei fiorentini come pensi, potresti organizzare una bella raccolta fondi tra i VIP della città per rilevare la squadra. Vedrai come ci divertiremo in campionato promozione. Vien via bischero.

  3. A Firenze abbiamo un caporale come sindaco…il suo capitano trattasi del bugiardello di Rignano gli ha chiesto di prostrarsi al fabbricatore di ciabatte e lui ha obbedito!!!!! Ma vai a ca…..re te e tutta questa banda di illusionisti e bugiardi. La Fiorentina e’ dei Fiorentini e domenica ne vedremo delle belle ( sempre nel rispetto delle regole).
    Arrivederci bugiardello!!!!!

  4. Quando mai in italia è stato eletto un governo?
    E’ il parlamento che vota il governo.
    sempre stato così.

  5. supercannabilover

    un governo non eletto e un sindaco messo lo per grazia ricevuta.. poera Firenze

  6. Vorrei che il proprietario!!!!facesse il presidente!!!!le critiche sono soprattutto per questo!!!!!!!!!!

  7. Nardelle, torna a Surriento!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*