Nassi: “Mammana? La Fiorentina ha troppi dirigenti, ecco come la vedo”

Mammana Nazionale

L’ex ds della Fiorentina Claudio Nassi ha parlato sul proprio blog della fumata nera nell’affare Mammana: “Giovedì Mario Tenerani mi invita a visitare un viola club a Livorno, zona Ardenza. C’è anche Luca Calamai e, durante il viaggio, mi spiegano che Mammana non arriverà alla Fiorentina. Non capisco perché. L’operazione mi piace. Un ventenne che esordisce in nazionale prima di aver giocato nel River Plate e conta 22 presenze in prima squadra ha più di un titolo per essere preso in considerazione. Non milita in uno dei clubs più importanti del Sudamerica? E l’Argentina non è uno dei terreni più fertili per il calcio? D’accordo, c’è un ostacolo, il prezzo, ma non insormontabile. Spero abbiano torto; poi, elencato l’organigramma della società con Cognigni Presidente Esecutivo, Mencucci Consigliere Delegato, Rogg D.G., Pradè D.S. e Baiesi Direttore Operativo, anch’io capisco che Angeloni, già a Buenos Aires, non riuscirà a chiudere. Come può trovare un punto d’incontro tra i 10 milioni richiesti e i 5 più 1 di bonus offerti prima e gli 8 poi? Certe operazioni o le chiudi subito o, se tardi, dimenticatele. E senza un punto di riferimento, che deve essere il proprietario o l’azionista di maggioranza, la trattativa salta. Cosa può fare Angeloni se il Presidente del River D’Onofrio chiede più soldi e vuol cedere solo il 90% del calciatore? Con quanti doveva parlare per avere la risposta di Andrea Della Valle? Mi sono tornate in mente alcune operazioni del passato. Quando mai le avrei chiuse se il Conte Pontello non mi avesse dato carta bianca? Si doveva acquistare Berti. Per Edmondo Fabbri, andato a osservarlo, il parere era negativo e un venerdì sera alle 23.00, in P.zza Donatello, il D.G. del Parma, Riccardo Sogliano, firmava la cessione della comproprietà. Acquistato Baggio per 2,8 miliardi, il grave infortunio al ginocchio in RiminiVicenza faceva dire a qualcuno di buttare a monte l’affare. Consigliai, invece, di ridiscutere il contratto e si chiuse a 2,1 miliardi con l’assicurazione a favore del Vicenza. Quando mai avrei preso Mancini a una cifra che, nell”82, non aveva l’eguale per un 17enne, 2,550 miliardi più Logozzo, Galdiolo e Roselli, se non avessi dovuto convincere il solo Mantovani? Quando, invece, non essendo più alla Samp, suggerii al Presidente il 20enne Redondo dell’Argentinos Juniors, perché il regista più veloce di testa in circolazione, alle 19.00 era fatta, ma, dopo aver sentito Mancini e Vialli, il giorno dopo Mantovani tornò sulla decisione e prese Mikhailichenko. Troppi cuochi non guastano la cucina? Mi viene in aiuto anche l’Inter perché, con il Presidente Thohir in Indonesia, Zanetti Vicepresidente, Bolingbroke A.D., Stankovic, Williamson, Gandler, Romeo e altri non so come possa lavorare Ausilio, il D.S.”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Bravi Ulisse e Freddy. Ho sempre ammirato Nassi come superbo intenditore di calcio (al contrario di quelli di oggi che non ne capiscono niente). Faceva il proprio mestiere con signorilità e capacità e portava a termine il risultato programmando chi voleva prendere e in quali tempi. Non è che allora la Fiorentina fosse più ricca di adesso anzi. Ha preso campioni ed altri potevano venire, ha fato sognare generazioni di ragazzi e sfiorato lo scudetto, Bei tempi, li rivolgio contro questa meschina mediocrità che ci ha tolto pure i sogni. E cos’è una squadra di calcio senza i sogni? Mero calcolo dei ragionieri del pallone, freddi e incompetenti di come si fanno investimenti per il ritorno economico dalle coppe (che loro manco sanno cosa sono). Mammana era una operazione super e dico questo anche a prezzo giusto, perche spendere anche 10 mil per un ragazzo di 20 anni nazionale che gioca titolare nella mifgliore squadra argentina è il top di un mercato. Poi noi abbiamo avuto Passarella e Bertoni e sappiamo bene cos’è il talento calcistico. Mica i personaggi attuali panchinari in squadre da retrocessione.

  2. Claudio Nassi il miglior DS Viola di sempre.
    Prese Baggio e Mondino Fabbri era contrario, non gli era bastata Corea del Nord-Italia 1-0 ai mondiali del 66 in Inghilterra. Eliminati dal gol di un dentista coreano.
    Fabbri non volle far giocare nemmeno il povero Gigi Meroni. perchè aveva i capelli troppo lunghi.
    Nassi aveva preso anche l’allora giovane Marco Van Basten, era tutto fatto ma ai Pontello non piaceva e l’affare saltò. Era il 1985, sai che attacco con Van Vasten, Roby Baggio e Diaz? Si vincevano 3 scudetti di fila.
    Bha riconsoliamoci ricordando il passato perchè tra 4 ore chiude il mercato e siamo messi peggio che ad agosto.
    Ma Nassi quanti anni ha? Non potrebbe venire lui a fare il DS?
    No eh, vero Diegone? Nassi è troppo bravo e competente e ti farebbe sfigurare.

  3. Si, ma Pradè mi sembra troppo gentlemen. Rivoglio subito Corvino che pretende(va) carta bianca

  4. Ho sempre ascoltato con grande piacere le sue opinioni calcistiche.
    Quasi sempre trovandomi daccordo con lui.
    Anche questa volta ha ragione, solo pensare ai nomi dei giovani che a suo tempo ha acquistato mi vengono i brividi.
    Anche sè in questo caso oltre ai dirigenti butterei alla discarica la proprietà.
    Non è un delitto a Firenze arrivare quarti.
    Il delitto e non poter sognare niente di meglio, questo è un mercato insieme a quello estivo che la dice lunga sulle loro intenzioni.
    Un sindaco ci ha portato loro, bisognerebbe che un presidente del consiglio ci portasse un’Arabo pieno di Fiorini.
    Forza Viola!
    Freddy

  5. Si chiama tirchieria.

  6. Bravo, troppi dirigenti e niente soldi@

  7. Bravo Massi troppi dirigenti e aggiungo che tranne il povero Prade nessuno capisce e da come ci si comporta nel calcio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*