Questo sito contribuisce alla audience di

Nassi: “Sudditanza arbitrale? Un eufemismo, io parlerei di gioco di potere”

L’ex dirigente viola Claudio Nassi è stato interpellato da Tuttomercatoweb sulla questione arbitri. Il pensiero di Nassi è chiaro e schietto e mira a qualcosa in più della classica sudditanza psicologica: “Guida per Milan-Juventus e Gervasoni arbitro di linea? Se Braschi dice che Gervasoni ha arbitrato bene, che c’è da stupirsi? L’arbitro ha fatto il suo dovere per i dirigenti, per questo si ripropone. E’ una categoria particolare: se li attacchi dall’esterno, si riuniscono, mentre all’interno ‘si ammazzerebbero’. I dirigenti devono difendere i propri uomini, poi possono sbagliare. Meno parlano e meglio è… Parlando sbagliano; quando si hanno posti così importanti, le parole vanno centellinate. Nicchi vuole il terzo mandato? Ognuno fa i propri interessi. E’ in una poltrona che nessuno vuol perdere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA