Ndangi, padre di Imbula: “Il sistema dell’Inter mi fa vomitare. Mi hanno anche minacciato di morte”

image

Inter ancora sotto accusa, stavolta è il padre di Imbula, Willy Ndangi, ad apostrofare così i metodi del club nerazzurro: “Ero molto interessato al suo passaggio all’Inter, ma il loro sistema mi fa vomitare – si legge su Sportmediaset – Si sono svegliati solo quando hanno sentito che c’era il Porto su di lui. E i loro intermediari mi hanno anche mandato messaggi con minacce”. Frasi che forse, aggiungiamo noi, andrebbero fatte leggere all’avvocato di Salah che, come da lui stesso ammesso, è in cerca di una squadra con valori morali diversi da quelli della Fiorentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

25 commenti

  1. be ma nella patria del padrone dell inter sbaglio o mangiano i cani con gran gusto!!!!!!….che schifo! ma cosa si pretende da certa gente! i miei nonni e i miei genitori mi anno insegnato che chi non ama gli animali non ha rispetto neanche per gli esseri umani….appunto, capito sig. criscitiello!…….ps. io ho 2 cani e 1 gatto.

  2. redazione gira questa opinione all’esperto ( ma di cosa) che si chiama criscitiello, forse impara qualcosa di utile

  3. Io le farei leggere anche a Criscitiello, visto il suo ultimo commento

  4. Hiko sono d’accordo con te. Le scommesse sui dilettanti, le tangenti per l’assegnazione dei mondiali, i soldi Figc spartiti come voto di scambio, tutta roba da vomito. Di fronte a questo, però, le lasche “regole” del calcio mercato sono il male minore. La Fiorentina ha firmato una clausola molto chiara e ha concesso al giocatore di scegliere cosa fare a fine stagione. Adesso pretendiamo di non rispettare l’impegno dato per un vizio formale. È limpido ed etico tutto ciò?

  5. *VALORI (correggo)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*