Niente esonero nemmeno a questo giro: Si va avanti con Sousa

Nessun esonero: la Fiorentina va avanti anche a questo giro con Paulo Sousa in panchina. Secondo quanto raccolto da Fiorentinanews.com l’ennesima rimonta stagionale subita contro il Torino non ha convinto la società a prendere la decisione di interrompere il rapporto con il proprio tecnico. In sostanza ha prevalso la linea enunciata da Corvino prima della gara di questa sera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

30 commenti

  1. Concordo in pieno.

  2. Giusto non mandarlo via.
    Magari arriva un allenatore che vince le ultime 10/12 partite e ci porta in Europa..
    Mi sembra che a Roma e Inter (con Spalletti e Pioli) sia fortunatamente accaduto…
    Noi no, è meglio non rischiare di andare in Europa, rosa più snella e monte ingaggi ancora più basso (si svenderanno ilicic d Badelj a scadenza nel 18 e ovviamente gonzalo e si prenderanno 2 giocatori da 500,000 euro).
    Continuiamo così, almeno a maggio si potrà la dare la colpa “solo” all’allenatore (come ormai nostra prassi)., il quale sicuramente ha molte colpe, ma la società molte di più…

  3. io lo avrei cacciato dopo empoli l’anno scorso ad aprile!! pensa te! per me è un errore continuare così, perché sta creando malumore nella gente, e ce n’è già abbastanza, e crea alibi ai giocatori che non ne dovrebbero avere e non ne hanno!! finché resta io spero faccia bene per i risultati della squadra ma sta commettendo troppi errori e non ce lo possiamo permettere!! e lo fa per un mix di permalosità, presunzione e superficialità!!

  4. SMETTETE TUTTI DI ANDARE ALLO STADIO!!! Basta una domenica e vedrete come lo mandano via subito 😉 toccate i soldi agli scarpari, che sono l’unica cosa che gli interessa davvero, e verai come si svegliano…

  5. Confermarlo significa anche lasciarlo nei miasmi che soprattutto lui ha creato,omettendo di dare, se è nelle sue possibilità, alla squadra una fase difensiva decente. Mi sarebbe piaciuto a questo punto vedere all’opera un altro allenatore perchè sono convinto che l’organico a disposizione, pur non eccelso, sia nelle condizioni di conservare due gol di vantaggio. Ciò che regolarmente non avviene.

  6. Signori voglio ricordare a tutti che Firenze siamo noi i fiorentini e visto che riesce a tutti molto bene anche di criticare perché non ci critichiamo anche da soli?
    La proprietà l’allenatore i giocatori si dice male di tutti e di tutto ma giovedì sera si sentivano solo i tedeschi allo stadio ieri sera sopra due a zero si sentivano solo le proteste…la Fiorentina rappresenta Firenze nel mondo del calcio e un fiorentino tifoso della fiorentina dovrebbe amare e sostenere la sua squadra comunque vadano le cose…sento persone dire che non andranno più allo stadio che non ne vogliono più sapere…perché non si vince sempre?perche’ la squadra è in difficoltà?la domanda che faccio a tutti è questa…sarebbe meglio che non ci fosse una squadra di seria A a Firenze perché i propetari sono i DV e non spendono?mah…

  7. Sarebbe troppo comodo l’esonero; ormai la stagione è bruciata, l’europa è irraggiungibile ed il rischio retrocessione inesistente, quindi Sousa può benissimo restare ed annaspare nel fango in cui anche lui ( e non solo lui) ci ha portato. Ci faccia vedere quanto è bravo nelle situazioni difficili…. ora. E’ giusto che si svaluti e faccia figuracce assieme al resto del gruppo e non faccia come Ponzio Pilato. Tanto ormai non c’è più nulla da perdere.

  8. Non va esonerato,adesso sta qua fino al 28 Maggio e si svaluta come tutti,troppo facile andarsene….

  9. Cambiano gli allenatori, ma la viola è sempre lì.

    Che sia colpa del mister ogni volta?

  10. Claudio, come al solito fai molta confusione, nn sono io a confermare Sousa, è la TUA PROPRIETÀ! !! Se fossi coerente, dovresti cominciare a sostenere il portoghese, visto che difendi sempre le scelte dei DV.
    Poi magari hai ragione te, potrebbe essere che con un allenatore nuovo, Tomovic diventi un Dani Alves, Olivera un Maldini, Salcedo smetta di fare falli idioti in area di rigore, Sanchez diventi un giocatore di serie A e Milic, Cristoforo e Ilicic, occupino i primi tre posti del prossimo pallone d’oro.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*