Non chiamateli giovani ma plusvalenze

Bernardeschi Chievo

Bernardeschi Chievo

Andrea Rogg è stato molto chiaro ieri in conferenza stampa dettando le 3 vie per provare a colmare il gap con chi sta davanti alla Fiorentina a livello di fatturato. La terza strada citata dal direttore generale, ed anche l’unica sin qui intrapresa dalla Fiorentina, porta ai giovani. Prendere ragazzini sconosciuti ma di belle speranze e creare in casa piccoli gioielli da rivendere a peso d’oro per poi andare sul mercato e reinvestire quei soldi. Questo è il piano, più o meno condivisibile, che la Fiorentina sta provando a mettere in atto in questi anni. Certo, va detto, che con le lungaggini sullo stadio-cittadella quella delle plusvalenze sembra davvero l’unica strada percorribile dalla Fiorentina per provare a far cassa, ma è altrettanto vero che creare piccoli campioni per poi vederli sbocciare altrove è un brutto colpo da digerire. Il calcio moderno ormai pare aver preso questa via e a meno che non cambi qualcosa all’interno della società la Fiorentina andrà avanti, come ripetuto dal direttore generale Rogg, in regime di autofinanziamento, e dunque forse c’è solo da sperare che si riescano a vendere questi giocatori a peso d’oro, almeno per garantire alla Fiorentina un futuro abbastanza importante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

46 commenti

  1. Sub commento della redazione a Roberto è vomitevole, come molti tifosi sottolineano. Le giustificazioni sono ridicole e riduttive .
    Ricordo all’autore dell’articolo che non è vero che la Fiorentina ha scelto questa politica. Il presidente ,rispondendo alla domanda
    ” cosa si può fare per raggiungere 100/120 milioni di fatturato elencò tre ipotesi : Cittadella, Turismo, Marketing e plusvalenze.
    Quindi se non ci saranno altre strade e vogliamo fatturare di più ( migliorare molto i risultati sportivi) si dovrà scegliere una o più di queste strade. Ad oggi la Fiorentina non ha adottato questa politica, le vendite dei vari Jojo, Iliajcic, ecc. Sono state fatte perchè costretti dalle insistenze dei giocatori, vedi Salah e Joaquin, e le non vendite di Mutu e Toni sono la conferma. E poi,mi chiedo, quando ci sarà Un po più di benevolenza per la nostra Fiorentina anche da chi scrive per i tifosi viola ?

  2. La Roma ha venduto due giovani calciatori Bertolacci e Romagnoli, nessuno a Roma si è scandalizzato. Il ricavato è stato speso
    Per rafforzare la squadra. La Roma adotta questa politica da anni. Hanno venduto nel fiore degli anni Aquilani, Cerci, e tanto per fare un esempio ,ci venderono De Sisti, e nessun disfattista e sfigato si è mai scandalizzato. La Juve vendè Zidane molto di più che un giovane eppure furono tutte azioni ben fatte. Noi abbiamo venduto Jojo per 35 milioni, rivenduto per 12 e Melo per 25 rivenduto per 3 senza dimenticare Quadraro ( in prestito per 1 milione) e Ilijacic ceduto per 9 all’Inter . E questo solo per nominare alcuni. Sfido chiunque a dichiare che sono stati errori lo sono stati invece quelle cessioni non fatte (Toni e Mutu) sull’onda del l’indignazione dei competenti. Basta con questa lagna sulle plusvalenze. Vanno fatte , quando è necessario e utile.

  3. Povero acebati vivi male il tuo complesso d’inferiorità nei miei confronti…non é che sei solo prolisso insistente e maleducato visto che non stai alle regole di tutti gli altri…non ci capisci proprio una …. e sei duro.
    C’hai il lezzo del gobbo addosso che ti si sente da 30 metri
    @redazione cancellate anche questo tanto ormai s’è capito

  4. Segue: ..il problema del gap che ci divide dalle big se non in minima parte.
    Il vero problema è una + equa distribuzione dei soldi delle Pay TV, ma questa è una lotta contro i giganti. Anni fa i DV cercarono di cambiare qualcosa o almeno ci provarono e sappiamo tutti come finì.
    Ci vorrebbe un’unione di squadre medie e piccole contro le big, ma il problema son i Presidenti e le squadre Vassalle e serve delle big.
    Cmq Ulisse neutralizzò Polifemo e Davide sconfisse Golia…. hai visto mai???

  5. Praticamente non vinceremo mai un tubo!
    E Berna e Baba l’anno prox o tra 2 anni van sul mercato?
    Ho sempre sostenuto la linea giovani e di prender esempio dall’Udinese ma come un’Udinese ricca, nel senso che il nostro budget è superiore al loro quindi i giovani forti potremmo tenerli 4 o 5 anni come Jojò x es e quindi provar a vincer qualcosa. L’Udinese invece quasi ogni anno ha venduto 1-2 dei pezzi migliori, anche se ora han lo stadio di proprietà.
    Cmq stadio e cittadella nn risolveranno..

  6. Titolo ed articolo per acchiappare gli allocchi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*