Non è una Fiorentina per piccole

Se è vero che è difficile fare punti con le big della Serie A è altrettanto vero che è legittimo aspettarsi di vincere e fare punti con chi si trova in fondo al campionato. Non è difficile capire che le squadre che chiudono la Serie A sono anche quelle più deboli e che tendenzialmente perdono di più, ma la Fiorentina di questa stagione pare andare contro ogni logica. Prendiamo dunque le ultime cinque del campionato: Pescara, la Fiorentina ha vinto al novantaseiesimo per 1-2 grazie ad un tiro cross di Tello; Palermo, la sconfitta di domenica brucia ancora; Crotone, dopo l’1-1 del ‘Franchi’ la Fiorentina ha vinto in trasferta anche stavolta all’ultimo tuffo; Empoli, passeggiata di salute in trasferta, sconfitta inspiegabile al ritorno; e infine il Genoa con cui la Fiorentina ha fatto la miseria di un punto in due partite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Non è una fiorentina con attributi. Giocatori vigliacchi indegni della maglia viola e di rappresentare Firenze. Via tutti gli omuncoli!

  2. É vero… Le altre squadre corrono e dietro una palla guarda un pò… Da noi i pochi che sporadicamente lo fanno lo fanno senza una meta precisa

  3. Non è Fiorentina per le piccole, cosa significa?
    Non c’è concentrazione innanzitutto, poi mi sa che i giocatori della Viola hanno qualche chilo di troppo sul groppone, per vincere bisogna correre.
    Ieri sera ho visto Inter- Napoli, i giocatori del Napoli, fisicamente erano perfetti, non un grammo di più.
    Se poi oltre a non correre, ci si mette anche il fattore tenico/tattico è la fine, come è accaduto.alla Fiorentina.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*