Non snobbate l’Europa League: Una vittoria può valere TRENTA MILIONI

europa league

Il trienno 2015-2018 è quello che segna anche l’aumento delle entrate per chi si ritrova a giocare l’Europa League. L’anno scorso il Siviglia, vincendo la competizione, si è portato a casa quasi venti milioni di euro. E quest’anno? Ebbene, tra market-pool, premi partita, incassi da stadio, chi alzerà il trofeo a Basilea riuscirà a guadagnare qualcosa come trenta milioni di euro, un paio di grandi giocatori, tanto per metterla su un piano concreto. Senza contare il fatto che chi vince poi si qualifica alla prossima Champions League. Ci sono dunque tanti buoni motivi per non snobbare questa competizione, cosa che è stata fatta sistematicamente dai nostri club per molti anni di fila, fino ad arrivare a perdere i quattro posti Champions per le italiane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. supercannabilover

    Quella frase è indelebile nella mia mente, mai sentita nessuna società dire cose del genere

  2. Ma nemmeno la squadra titolare sarebbe in grado di vincere questo trofeo.
    Invece per andare in champions basta che vinciamo le partite contro le squadre inferiori a noi e stringiamo i denti nelle partite contro Napoli-Juve e Roma

  3. Si S69, ma vanno aggiunti quelli della Champions dell’anno dopo..

  4. Va detto che è presumibile che i contratti dei nostri giocatori abbiano dei premi ad obbiettivo, per cui dal trentello, andrebbe sottratto ciò che la società deve pagare ai giocatori. È un po il discorso che fece anni fa Gnigni “vincere la coppa Italia sarebbe una rimessa”. In effetti la stagione scorsa fu perfetta da un punto di vista societario, due semifinali di coppa: massimo introito (premi UEFA, incassi dal botteghino) e zero spese per premi ai giocatori

  5. Butterei= getteremo

  6. Basta con queste balle per l’ennesima volta.
    Non siamo in grado di vincere questo trofeo non raccontiamoci balle.
    Meglio sarebbe perdere con ampiezza stasera, così da poter far riposare i migliori fra i nostri al ritorno.
    In vista delle partite che possono determinare il nostro accesso alla Champion.
    Una società consapevole dei propri mezzi farebbe così.
    Invece come al solito butterei capra e cavoli.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*