Notte movimentata per Schetino e compagni, Pinsoglio si becca un pugno

Dopo la gara di ieri finita 2-2 contro il Lanciano che ha decretato la matematica retrocessione del Livorno in Lega Pro è scattata in città la contestazione dei tifosi nei confronti dei giocatori fino a tarda notte. Una contestazione che è sfociata anche in un’aggressione al portiere amaranto Pinsoglio accusato di aver commesso una clamorosa papera durante la partita, colpito con un pugno a Tirrenia mentre stava salendo sull’auto dei genitori che erano venuti a prenderlo al Centro Coni. Non solo, i giocatori del Livorno, compreso il centrocampista in prestito dalla Fiorentina Andreas Schetino, sono rimasti a lungo dentro lo stadio, in attesa che la situazione si calmasse, tanto che il pullman della squadra è uscito dall’area protetta del ‘Picchi’ soltanto alle 1,10.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. com’è triste il calcio quando un arbitro decide il risultato in modo indecoroso. Speriamo che venga radiato per dare anche un esempio agli altri .

  2. Da quelle parti solo gli odiati nemici pisani sono degni di nota, nemmeno troppo, ma no i livornelli , vaia vaia…. co i cecina i prossimo anno!!!

  3. Speriamo che finiscano in eccellenza sti mezzi ultras da spiaggia , è giusto che i livorno vada giu’ è ridicolo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*