Questo sito contribuisce alla audience di

Novella Benini: “La mia storia con Prandelli? La sera in cui è nata non l’avevo riconosciuto. E lui mi aveva detto di fare il rappresentante farmaceutico…”

“L’ho visto. Non l’ho riconosciuto. Se ne stava in un angolo, solo. Aveva un accento strano”, così Novella Benini, la compagna dell’ex allenatore della Fiorentina, Cesare Prandelli, racconta la nascita della loro storia che è partita proprio da Firenze. “Pensai che assomigliasse a un pastore bergamasco” le parole sono riportate da Letteradonna.it. La prima mossa l’ha fatto proprio la Benini chiedendo: “Cosa fai qui?”. E la risposta dell’allenatore è stata una vera balla: “Il rappresentante farmaceutico”. La bugia è durata davvero poco, perché passeggiando per Firenze tutti salutavano Prandelli chiamandolo “mister”.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA