Ogni maledetta primavera

Foto: LF/Fiorentinanews.com

Quattro punti nelle ultime cinque partite, frutto di 4 pareggi (con Napoli, Frosinone, Verona e Samp) e una sconfitta, e ultima vittoria che risale al 21 Febbraio contro l’Atalanta. Come già l’anno scorso, la Fiorentina è arrivata a inizio Febbraio con grandi aspettative stagionali, poi il buio. La severa sconfitta a White Art Lane (3-0 con il Tottenham) e la conseguente eliminazione dall’Europa League sembra aver tolto sicurezza a un gruppo che, anzichè riunire le forze per completare il lavoro, ha perso fiducia nei propri mezzi. Il tutto si spiega anche con il calo di alcuni uomini chiave, dall’improvvisa sterilità del bomber Kalinic all’inversione di rendimento di Marcos Alonso, due tra i tanti protagonisti della cavalcata di inizio stagione.  Per due terzi della stagione la Fiorentina ha recitato un ruolo da protagonista, coltivando sogni di Champions (e non solo…), mentre oggi si ritrova a lottare per il quarto posto con l’Inter. Stessa situazione dell’anno scorso quando, nei mesi di Marzo e Aprile, la squadra perse l’accesso alla finale di Coppa Italia e a quella di Europa League.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*