Oliveira: “Il Cagliari deve fare la partita, la Fiorentina ormai non ha obiettivi in campionato. Siviglia? Meglio del Napoli”

Vecchia conoscenza di entrambe, sia Fiorentina che Cagliari, e beniamino in entrambe le piazze: Luis Lulù Oliveira a Cagliarinews24.com parla della sfida di domani ma anche delle tifoserie, particolarmente in subbuglio quella rossoblu: “Mettere le mani addosso non è giustificabile. Ma è normale che ci sia la contestazione dura dei tifosi. Anche quando c’ero io è capitato un episodio simile una volta quando eravamo all’Hotel Sardegna in ritiro. Ma sono situazioni che fanno parte del mondo del calcio. Capita in ogni città. Siamo tutti arrabbiati quando la squadra del cuore è in difficoltà. La settimana scorsa, ad esempio, la Fiorentina ha perso in casa contro il Verona ed è uscita dal Franchi tra i fischi. La partita di Firenze? Mi aspetto una partita normale. Sarà il Cagliari a dover fare la partita perché la Fiorentina ormai ha perso l’obiettivo Champions. Hanno vinto in Europa League e se dovessero vincerla potrebbero approdare in Champions. Sorteggio con il Siviglia? Sfida difficile. Le squadre spagnole vanno sempre in fondo alle competizioni e non sarà facile spuntarla. Meglio il Siviglia del Napoli, anche perché abbiamo tutti il sogno di vedere una finale tutta italiana. Se la squadra di Montella gioca come sa fare, come ha mostrato contro la Dinamo Kiev, può arrivare in finale e vincere. Il Cagliari per fare risultato deve mettere molta cattiveria agonistica e dimostrare la voglia di vincere. Anche perché credo che Montella opterà per il turn over”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA